Elezioni comune di Albenga

Elezioni comune di Pietra Ligure

 / Economia

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Economia | 14 marzo 2019, 18:59

Vivere di trading: nuovi mestieri del 2019

Tra le professioni che stanno prendendo sempre più piede quest’anno c’è quella del trader. Ma di cosa si tratta esattamente, e soprattutto si può vivere di trading?

Vivere di trading: nuovi mestieri del 2019

I tempi corrono e portano con se sempre tante novità. Alcune innovazioni importanti riguardano anche il mondo del lavoro e dell’occupazione, con la nascita di nuovi settori che attirano sempre più persone in cerca di un lavoro stabile. Tra le professioni che stanno prendendo sempre più piede quest’anno c’è quella del trader. Ma di cosa si tratta esattamente, e soprattutto si può vivere di trading?

La risposta a questa domanda è sì. È effettivamente possibile vivere di trading visto che ci sono tantissimi professionisti in questo settore che ci riescono. Tuttavia, la sfida che in tanti si trovano ad affrontare oggi giorno è quella di trasformare un’attività vista come hobby in professione. Resta questo nodo da sciogliere per moltissime persone che vengono a contatto con l’attività di trading.

Tuttavia, per riuscire a rendere il trading una professione redditizia un modo c’è e non è nemmeno troppo difficile riuscirci, basta cambiare innanzitutto il proprio atteggiamento mentale verso la materia. Solo chi continua a vedere il trading come hobby o divertimento è destinato a non riuscire mai a crearsi un’entrata in questo settore. Ma approfondiamo il discorso.

Il trading come professione: da dove partire?

Per coloro che si domandano se si può vivere di trading come abbiamo già detto la risposta è assolutamente sì, ma solo a patti e condizioni. La prima cosa da fare è liberarsi degli atteggiamenti sbagliati che caratterizzano tutti gli aspiranti traders. Ad esempio esiste la convinzione che guadagnare nel trading sia davvero semplice e che sia anche immediato.

Non c’è niente di più sbagliato. Chi crede cose simili è già sulla strada del fallimento e forse non se ne rende nemmeno conto. Bisogna mettersi in testa che c’è da lavorare e anche sodo per ottenere risultati con il trading. Dopotutto si tratta di fare operazioni sui mercati finanziari, non di vendere mele al mercato.

Sebbene non si tratti di un’attività difficile in modo proibitivo non va mai presa alla leggera. Il denaro che viene investito nelle operazioni di trading spesso viene direttamente dai risparmi dell’investitore e quindi è meglio preservarlo cercando di usare cautela ed evitare le perdite.

Quanti soldi servono per iniziare?

Si tende a pensare che siano necessarie decine di migliaia di euro per poter entrare dignitosamente sui mercati finanziari del trading online e ottenerne profitti, ma questo non è del tutto vero.

Se chi ha un capitale molto elevato ha effettivamente più possibilità di successo questo è principalmente perché ha più carte da giocare e più strade e possibilità per investire i propri denari per arrivare a guadagni ragguardevoli. In realtà per vivere di trading bastano anche piccoli capitali, tutto dipende da fare le scelte giuste nel momento in cui li si investe.

La maggior parte dei traders che iniziano una carriera nel trading online partono con poche centinaia di euro. Molti hanno capitali nell’ordine di 100 o 200 euro e questi soldi se ben investiti possono risultare più che abbastanza per ottenere un guadagno giornaliero di 20 o 30 euro per iniziare.

Tuttavia, per arrivare a un risultato del genere bisogna avere le giuste basi operative. Fondamentale per ogni trader è la capacità di analizzare gli asset sui quali intende investire. Per avere la chiave di lettura del grafico è importante avere a disposizione il maggior numero di informazioni possibili. 

L’analisi fondamentale di valute e titoli aiuta l’operatore finanziario ad avere sotto controllo i propri investimenti e ad impiegare il capitale con oculatezza. Individuare le tendenze di mercato ancora prima che stiano per formarsi è la chiave per moltiplicare i profitti in questo settore.

 

ip

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium