/ Speciale elezioni Finale Ligure

In Breve

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Speciale elezioni Finale Ligure | 28 maggio 2019, 09:56

Finale Ligure dopo il voto: "Vittoria a metà" per il segretario leghista Roberto Paolino

Exploit alle Europee, ma gli ottimi numeri sulle comunali non bastano a portare Gualberti sulla poltrona del sindaco

Finale Ligure dopo il voto: "Vittoria a metà" per il segretario leghista Roberto Paolino

Roberto Paolino, segretario della Lega – Salvini Premier a Finale Ligure, porta a casa una “vittoria a metà”: nel senso che la Lega sul Comune di Finale conquista circa 2500 voti alle Europee, mentre l’apporto pur considerevole alle comunali (Marinella Geremia seconda più votata in assoluto tra tutte le liste in gara, un dato numerico da non sottovalutare) dato alla coalizione per Gualberti non basta a farlo diventare sindaco.

Segretario, un’analisi di questo risultato?

“Il bilancio è senz’altro positivo. Abbiamo lavorato a pancia a terra per convincere i finalesi della nostra proposta, abbiamo parlato con la gente, abbiamo formato una bella squadra, ci siamo conosciuti. Sono prevalse evidentemente altre logiche rispetto all’interesse verso il nostro programma che, invece, era ricco e articolato. Falsi mugugni? Non riesco a capire che cosa abbia portato a questa scelta: per cinque anni ho sentito soltanto persone che si lamentavano dell’operato della maggioranza, eppure hanno deciso di riconfermare l’amministrazione uscente. Finale si conferma una città enigmatica: mugugnano ma ri-votano. Spero che in futuro si tenga maggiormente conto delle proposte e noi ne avevamo di valide. Un esempio? Il consigliere con delega alle frazioni, per dare voce a queste aree. Invece sono state proprio le frazioni a premiare con i numeri la squadra uscente”.

E adesso che cosa succederà?

“Portiamo avanti le nostre idee, si sta creando una squadra giovane e interessante. Tanti di noi passeranno il testimone perché è giusto dare spazio a chi dovrà rappresentare il nostro domani. Abbiamo incontrato figure di valore, una su tutte Camilla Fasciolo, un nome su cui puntare per il futuro.

Ci rimettiamo al lavoro per portare una squadra giovane e fresca tra cinque anni, con un candidato sindaco giovane”.

E dai banchi dell’opposizione, quali le prime mosse dei consiglieri Gualberti, Geremia e Fasciolo?

“Offriremo un’opposizione preparata e seria e da questo punto Massimo è una garanzia. Staremo tra la gente, faremo il nostro lavoro di controllo in modo costruttivo e corretto ma inflessibile. Al primo consiglio comunale utile metteremo subito sul banco ciò che non funziona”.

Alberto Sgarlato

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium