/ Politica

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Politica | 18 maggio 2020, 13:19

Vaccarezza contro "i leoni da tastiera": "Non hanno mancato di vomitare insulti nonostante il Covid-19"

Il consigliere regionale non le manda a dire: "Non ci siamo fatti mancare niente. Dalla busta al governatore della Regione Piemonte Cirio, alla valanga di improperi al presidente Toti"

Vaccarezza contro "i leoni da tastiera": "Non hanno mancato di vomitare insulti nonostante il Covid-19"

"Il giorno uno di questa nuova vita. Il giorno uno di un inizio da tanto tempo atteso, è arrivato. Molta emozione, ancora qualche dubbio, sicuramente, ma la voglia di lasciarsi questi brutti mesi alle spalle è tangibile. Ancora una volta, mi trovo a ripetervi di avere buon senso nei comportamenti, lo dico ancora non è un liberi tutti". Cosi commenta Angelo Vaccarezza, consigliere regionale di "Cambiamo!". 

"Per voi, e per tutti quelli che avete intorno. Queste settimane sono passate fra i sentimenti più diversi: preoccupazione, paura, dolore, anche disperazione, abbiamo fatto fronte a tante emozioni e, chi più, e chi meno, siamo riusciti ad affrontare ogni momento con consapevolezza. Anche questo "rientro alla vita" porterà scossoni emotivi e cambiamenti in ognuno di noi: prendere coscienza di tutto questo sarà un passo avanti per migliorare le nostre esistenze". 

"Una cosa devo dare atto, ha resistito indelebile e indefessa: parlo di una squadra che non viene scalfita dagli elementi esterni, dalle crisi, dalle emergenze. Parlo dei famosi leoni da tastiera, lo zoccolo duro dell'odio e dell'intolleranza, che in nome di una giustizia tutta loro, sicuramente per mascherare la pochezza, la frustrazione e la inutilità che riempie le loro vite vere, non hanno mai mancato di vomitare insulti" prosegue. 

"Dalla busta recapitata al governatore della Regione Piemonte Alberto Cirio, che ha vissuto in prima persona il contagio da Covid-19, alla valanga di improperi a commento dei post del nostro Presidente Giovanni Toti, esempio nazionale in questi mesi, non ci siamo fatti mancare nulla". 

"Anzi si, una cosa mancava ed è arrivata ieri. Un post sponsorizzato (a pagamento per chi non lo sapesse) scritto appositamente da un parlamentare dei cinque Stelle di cui fino a ieri ignoravamo l'esistenza e di cui domani ci saremo già dimenticati, infarcito di cattiveria, insulti, intolleranza, sua e dei suoi accoliti, che non hanno mancato occasione di mostrare qual è il loro modo di fare politica". 

"Credo che il quarto d'ora di celebrità di questo signore sia avvenuto solo perché ha parlato di Toti, diversamente vivrebbe ancora dell'anonimato che, visto il suo spessore morale, è l'unica condizione che gli si addice. Purtroppo dobbiamo, per il momento, accettare l'idea che persone così grette e ignoranti (nel senso che ignorano le più basilari regole dell'educazione) siedano in Parlamento a rappresentare il nostro Paese". 

"Ma di una cosa sono certo: farò in modo e combatterò con tutte le mie forze affinché elementi simili non entrino mai nell'Assemblea Legislativa del Consiglio Regionale della Liguria. Abbiamo già la squadra migliore di tutte e... come si dice: squadra che vince non si cambia" conclude Vaccarezza. 

Comunicato stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium