/ Attualità

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Attualità | 27 giugno 2020, 12:00

Albenga, flash mob in piazza del Popolo per tutelare la sanità pubblica (FOTO e VIDEO)

L'evento è stato organizzato dai gruppi Forum Civico Ligure, Forum Beni Comuni, Legalità e Diritti, Casa dei Circoli, delle Culture e dei Popoli di Ceriale, CittadinanzAttiva e Medicina Democratica stamattina a partire dalle 10

Albenga, flash mob in piazza del Popolo per tutelare la sanità pubblica (FOTO e VIDEO)

"La sanità non è un'azienda. La salute non è una merce". Questo il titolo della manifestazione svoltasi stamane dalle 10 alle 13 in piazza del Popolo ad Albenga.

Lo scopo dell'evento è quello di chiedere a gran voce che l'ospedale Santa Maria di Misericordia di Albenga rimanga pubblico. Promotori dell'iniziativa sono i gruppi Forum Civico Ligure, Forum Beni Comuni, Legalità e Diritti, Casa dei Circoli, delle Culture e dei Popoli di Ceriale, CittadinanzAttiva e Medicina Democratica.

Nel testo del messaggio divulgato dagli organizzatori della manifestazione si legge: "Riappropriamoci del nostro servizio sanitario pubblico e non accettiamo che ragioni di interesse economico prevalgano sulle nostre vite e su quelle delle future generazioni.

Liberiamo il presente, riappropriamoci del futuro, il tempo è ora. Questo è il momento di una nuova riforma della sanità fondata sull'affermazione che la salute, l'ambiente e la riduzione delle diseguaglianze sono diritti costituzionali che devono essere attuati da parte degli enti pubblici".

Dino Morando, della Casa dei Circoli, delle Culture e dei Popoli, in questa videointervista ci racconta, da ex lavoratore della sanità, quanto è cambiata questa realtà in Liguria negli ultimi 40 anni, tra strutture chiuse e altre in carenza di organico e materiali. Inoltre esprime parole di ringraziamento a tutto il personale ospedaliero e delle Pubbliche Assistenze per come ha gestito l'emergenza Covid-19. Morando annuncia inoltre che il Circolo dell'Associazione di Amicizia Italia-Cuba di Ceriale ha invitato nei nostri comprensori i medici cubani che da tempo stanno prestando servizio in Lombardia per fronteggiare il Coronavirus.

Roberto Melone, Forum Civico Ligure, ricorda che le battaglie sono tante, verso un percorso che tuteli dalla privatizzazione non soltanto la sanità ma tantissimi servizi di prima necessità per il cittadino, dall'istruzione al trasporto pubblico, fino alla rete idrica.

Riccardo Tomatis, sindaco di Albenga, presente in piazza, commenta: "Questa è la dimostrazione che i cittadini sono vicini al nostro ospedale e vogliono che resti pubblico". Inoltre il primo cittadino ingauno commenta il confronto di ieri con Sonia Viale, assessore regionale, in Commissione Sanità ad Albenga: "Stiamo continuando a chiedere alla Regione che riformuli i suoi progetti sulla sanità".

Massimo Niero, sindaco di Cisano sul Neva e consigliere provinciale, partecipa all'evento portando un'ottica di comprensorio: "Si possono creare delle sinergie con una minima partecipazione del privato nel pubblico, esistono esempi virtuosi come quello dell'Emilia Romagna. Ma non vogliamo che si creino pazienti di serie A e di serie B: la sanità è di tutti, il diritto alla salute non si tocca".

Alberto Sgarlato

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium