/ Cronaca

Cronaca | 08 maggio 2021, 12:45

Esplosione di un imponente petardo a Cairo, individuato il responsabile: nella sua abitazione scovato un arsenale

La detonazione era stata sentita in tutta la città, determinando allarme tra la popolazione residente e la distruzione di alcuni contenitori destinati alla raccolta dei rifiuti domestici

Esplosione di un imponente petardo a Cairo, individuato il responsabile: nella sua abitazione scovato un arsenale

I militari della stazione dei carabinieri di Cairo Montenotte hanno denunciato in stato di libertà per i reati di procurato allarme, accensione ed esplosioni pericolose e detenzione abusiva di precursori di esplosivi, A.G. 29enne originario di Torino, residente a Savona, soggetto già noto per pregressi precedenti di polizia.

Il giovane è stato identificato come l'autore dell’esplosione di un grosso petardo avvenuta nel pomeriggio del primo maggio alle ore 15:00 circa, in via Buffa, nelle vicinanze dei locali della parrocchia di San Lorenzo.

La detonazione era stata sentita in tutta la città, determinando allarme tra la popolazione residente e la distruzione di alcuni contenitori destinati alla raccolta dei rifiuti domestici.

A seguito del forte boato e del lampo scaturito sul posto erano intervenuti i vigili del fuoco del Distaccamento di Cairo Montenotte ed i militi della Croce Bianca di Cairo Montenotte oltre ai militari della Stazione Carabinieri di Cairo Montenotte che avevano immediatamente avviato le indagini per identificare il responsabile.

Fortunatamente in quella occasione nessuno rimase ferito ed i danni contenuti. Nei giorni scorsi la svolta, grazie alla visione delle telecamere di sorveglianza che hanno immortalato il giovane consentendone il riconoscimento.

Nel corso della successiva perquisizione effettuata nella residenza di A.G. sono stati scoperti un artifizio pirotecnico cat. F4 non di libero commercio e per il quale è necessario un patentino, tre involucri con miccia di petardo "megatron", altri petardi, circa 400 grammi di polvere di alluminio e circa 200 grammi di zolfo, sostanze comunemente utilizzate per la produzione e l’arricchimento della "polvere nera".

Sono stati inoltre rinvenuti e sequestrati 0.8 grammi di sostanza stupefacente del tipo hashish motivo per il quale A.G. è stato, segnalato alla competente autorità amministrativa come assuntore di stupefacenti. A conclusione delle attività l’uomo è stato denunciato alla Procura della Repubblica di Savona.

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium