Elezioni comune di Albenga

Elezioni comune di Pietra Ligure

 / Sport

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Sport | 15 febbraio 2017, 17:50

Mancano dieci giorni alla "Granfondo Laigueglia Alé"

Un itinerario spettacolare di 114 km e 1962 metri di dislivello

immagine di repertorio

immagine di repertorio

Il mare, la montagna, le emozioni della prima di stagione… La Granfondo Laigueglia Alé proposta dal GS Alpi è una perla rara incastonata fra la riviera ligure e l’entroterra savonese, alla quale mancano solamente una decina di giorni. Domenica 26 febbraio i cicloamatori si troveranno ad affrontare 114 km e 1962 metri di dislivello fra la storia e la tradizione di queste terre dal fascino suggestivo… incaricate di svolgere il delicato compito di “far riprendere a pedalare” dopo la lunga pausa invernale.

Il percorso dona un fascino particolare alla manifestazione, con partenza nel cuore di Laigueglia (SV), il cui nome deriverebbe da “Aquilia”, dal chiaro riferimento alle legioni dell’Impero Romano che attraversavano questo tratto di ponente ligure lungo la storica via Iulia Augusta. La corsa, uscendo da Laigueglia, si fa subito scenografica, affrontando il lungomare ed uno dopo l’altro Alassio, Albenga e Ceriale, salutando le coste frastagliate prima di dirigersi verso l’entroterra savonese nei primi appuntamenti con la fatica, con cinque erte non troppo difficoltose ma da tenere sott’occhio visto il poco allenamento.

Da Cisano ad Arnasco, e poi verso Colla Micheri, uno splendido e minuscolo paesino ancora abitato, scelto dall’antropologo ed esploratore norvegese Thor Heyerdhal, divenuto famoso per ardite navigazioni con imbarcazioni rudimentali per dimostrare la possibilità di viaggi transoceanici in epoca antica, come residenza personale tuttora di proprietà della sua famiglia. Colla Micheri, luogo d’arrivo della Granfondo Laigueglia Alé, è di particolare costruzione, poiché venne realizzato in modo da non essere avvistato dalle navi saracene che terrorizzavano gli abitanti con le loro incursioni sulla costa.

I corridori, tornandovi verso sera, potranno inoltre godere di un magnifico spettacolo, poiché quando il sole su Laigueglia tramonta, basta scorgerlo voltando per un istante le spalle al “blu profondo” e vederlo coricarsi dietro le colline e in un “mare” di ulivi.

La finish line della Granfondo Laigueglia Alé è posta a circa 1.5 km da Laigueglia, facilmente raggiungibile dagli accompagnatori con un bus navetta gratuito, messo a disposizione dalla consueta puntualità del GS Alpi nell’ascoltare le esigenze di tutti. Una prova prestigiosa, parte di ben sei challenge: “Prestigio”, Shimano Challenge, InBici Top Challenge, Gran Premio Costa Ligure, Gran Trofeo GS Alpi e Formula Bici, alla quale si potrà partecipare saldando la cifra di 40 euro entro il 22 febbraio, ed in loco il 25 e 26 febbraio per chi aspetterà l’ultimo momento.

A Laigueglia e lungo il territorio della ‘Repubblica di Genova’ furono frequenti le incursioni piratesche che costrinsero molte località della costa a dotarsi di postazioni d’avvistamento e difesa, e proprio sulla rive del mare ora giace uno dei tre torrioni cinquecenteschi edificati a Laigueglia. Molti secoli sono passati ed oggi gli abitanti di Laigueglia assisteranno a ben altre incursioni, quelle degli arditi pedalatori della Granfondo Laigueglia Alé, tra dieci giorni in rampa di lancio per invadere ‘con il coltello fra i denti’ le strade savonesi regalando un grande show ciclistico di passione ed agonismo.

Info: www.granfondolaigueglia.it ed iscrizioni www.mysdam.net

c.s.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium