/ Economia

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Economia | 09 aprile 2020, 10:14

Le banche ai tempi del Coronavirus: tutte le risposte per aziende e privati in crisi. Come si stanno muovendo sul territorio?

Le banche ai tempi del Coronavirus: tutte le risposte per aziende e privati in crisi. Come si stanno muovendo sul territorio?

Aziende e privati stanno vivendo dal punto di vista economico ore complesse a causa dell'emergenza Coronavirus. Il nostro gruppo editoriale Morenews ha condotto un'importante serie di inchieste chiamate 'FARE SQUADRA' per capire la situazione reale del commercio, turismo, mondo economico e sportivo, nonché la situazione di dipendenti pubblici e privati.

Le inchieste hanno prodotto una speciale diretta, andata in onda ieri pomeriggio sui nostri canali, che ha visto un pubblico di migliaia di lettori. Alla diretta, condotta dal nostro editore Enrico Anghilante a cui hanno partecipato: Beppe Ghisolfi (Tesoriere e Vicepresidente Europeo delle Casse di risparmio), Giorgio Draperis (direttore generale Bcc Caraglio e Riviera dei Fiori), Riccardo Corino (direttore generale Banca d’Alba), Antonio Miglio (presidente della Cassa di Risparmio di Fossano) e Piero Biagi (direttore generale Banca Alpi Marittime Credito Cooperativo Carrù).

Ogni ospite ha chiarito singole situazioni che tutti, privati e aziende si stanno chiedendo. Ecco le principali domande poste durante la trasmissione:

Professor Beppe Ghisolfi, perché la Germania non vuole gli Eurobond?

“Non è solo la Germania a non volerli: molti Paesi nordici non si fidano di noi perché l'Italia da 50 anni aumenta di continuo il debito pubblico e non è considerata il migliore dei partner. La Germania, nel caso specifico, riesce invece a finanziare il proprio debito con tassi negativi. guadagnandoci. Se accettasse gli Eurobond non sarebbe più così. Non si tratta del debito passato ma del debito futuro che verrebbe a crearsi: con i Bond se uno stato no pagasse, pagherebbero gli altri. Non avendo fiducia nell'Italia, questo è il motivo per cui la Germania (e non solo) non vuole gli Eurobond” ha spiegato il Tesoriere e Vicepresidente Europeo delle Casse di risparmio.

Dott. Antonio Miglio, chi è già in cassa integrazione, come riceverà la prossima busta paga? Può essere anticipata sia dall'azienda che dall'Inps, ma sappiamo tutti che i tempi di quest'ultima sono abbastanza lunghi. Le banche danno un anticipo?

“La procedura normale è rivolgersi alla banca nella quale viene erogato lo stipendio e la banca in pochi giorni procede con il versamento su quel conto senza interessi e senza spese. E' necessario però avere una delega dell'Inps in modo tale che l'istituto bancario in questione possa quindi averne garanzia” risponde il Presidente della Cassa di Risparmio di Fossano

Dott. Riccardo Corino, come deve comportarsi chi invece ha la partita iva? Ha ugualmente diritti a degli aiuti da parte delle banche?

“Sono i casi più frequenti e la maggior parte dei nostri clienti e dei nostri soci hanno partita iva. Il decreto del Governo del 17 marzo prevedeva aiuti da erogare tra cui la moratoria totale fino al 30 settembre. Il nuovo decreto che deve essere approvato prevede invece un importo massimo di 25mila euro. Il confine fra persona fisica e impresa è meno segnato e le banche del territorio sono disposte a superare questa zona grigia con misure al sostegno di famiglie e del Paese. Dove non arriva la legge arriva il buon senso delle anche, soprattutto quelle territoriali, che non lasceranno indietro nessuno” ha spiegato il direttore generale Banca d’Alba.

Dott. Biagi, come funziona la situazione perle piccole e medie imprese?

“E' sicuramente quella meglio strutturata. Verrà sicuramente predisposta un'istruttoria anche se le banche opereranno in modo più veloce e più generoso del normale perché si tratta di una situazione particolare e la garanzia fornita dal Governo da la possibilità alle banche di andare molto otre al reddito normale” spiega il Direttore generale Banca Alpi Marittime Credito Cooperativo Carrù).

Dottor Draperis, le famiglie sperate o con persone disoccupate e che ricevono già reddito di cittadinanza, vedranno un aiuto da parte delle banche?

“Chi ha già queste prestazioni si trova purtroppo in una situazione già di disagio ma può accedere a alle misure predisposte dal governo e che coinvolgono le banche: ci sono importanti misure legate alla famiglia e alle situazioni particolari” risponde il Direttore generale Bcc Caraglio e Riviera dei Fiori)

Qual è il futuro delle Startup? Quale sarà il progetto e l'idea di rinascita delle banche? La burocrazia che spesso pesa sullo stato verrà snellito dagli istituti bancari? Eurobond o Mes?

Ecco tutte le risposte nell'intervista che vi riponiamo in streaming.

Redazione

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium