/ Attualità

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Attualità | 16 settembre 2020, 07:45

Albisola Superiore, il bilancio della gestione delle spiagge libere in epoca covid

L'amministrazione: "In qualche occasione abbiamo incontrato qualche difficoltà a far comprendere l’importanza delle direttive comunali ma molto maggiore è stata la comprensione e collaborazione dei bagnanti"

Albisola Superiore, il bilancio della gestione delle spiagge libere in epoca covid

Così come in tutti gli altri contesti che presuppongono una elevata aggregazione di persone anche la fruizione delle spiagge è stata oggetto di articolati e complessi ragionamenti che hanno condotto a scelte talvolta molto differenti nei vari Comuni liguri e nazionali.

L’Amministrazione Comunale di Albisola Superiore a fine maggio, in tempi anche piuttosto ristretti dato il ritardo nella diffusione delle linee guida del governo, ha deciso di dare apertura alla fruizione delle proprie spiagge libere e della spiaggia libera attrezzata comunale; ciò è avvenuto impiegando però il maggior numero di risorse e precauzioni possibili affinchè la balneazione avvenisse in condizioni di sicurezza; a questo scopo la Giunta Comunale ha provveduto a realizzare degli stalli per nuclei familiari e per singoli, ed è ricorsa all’impiego di steward e di un regolamento retto da un’Ordinanza Sindacale che  hanno disciplinato la fruizione di dette aree.

Ma all’Amministrazione Comunale Albisolese va riconosciuta l’assunzione di una responsabilità e di un impegno straordinari volti a fornire risposte adeguate e davvero  efficaci: ciò è testimoniato anche dal fatto che ad integrazione di tutte le altre misure gli Assessori albisolesi, per tutta l’estate e in particolare in tutti i week end, hanno presidiato le spiagge, hanno integrato l’attività degli steward ed hanno in sostanza assicurato, anche grazie al supporto della Polizia Locale,  che tutto procedesse in modo corretto e sicuro.

Le nostre spiagge – dichiarano gli Assessori – sono un luogo di svago e di relax per i nostri cittadini ma anche un’attrattiva turistica e quindi fonte di lavoro per le realtà commerciali del nostro territorio; abbiamo cercato di coniugare questi due importanti bisogni affinchè si potesse offrire a tutti un servizio che rispondesse alle esigenze di questo anno così difficile; in qualche occasione abbiamo incontrato qualche difficoltà a far comprendere l’importanza delle direttive comunali ma molto maggiore è stata la comprensione e collaborazione dei bagnanti che hanno molto apprezzato la nostra presenza capillare nel territorio. Il bilancio dell’esperienza è stato pertanto estremamente positivo”.

Comunicato Stampa

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium