/ Economia

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Economia | 27 gennaio 2021, 16:30

L'Unione Sindacale di Base Liguria, dopo il caso di Varazze: "Nelle Rsa dopo i contagi anche l'incubo dei maltrattamenti"

La critica dell'USB: "Le RSA, zona grigia dell'assistenza sociosanitaria"

L'Unione Sindacale di Base Liguria, dopo il caso di Varazze: "Nelle Rsa dopo i contagi anche l'incubo dei maltrattamenti"

Scrive l'Unione Sindacale di Base - Pensionati della Liguria: "Il triste episodio della RSA di VARAZZE (Savona) è l'ultimo di una serie interminabile di eventi criminali all'interno delle case di riposo/rsa.

Abbandonati nelle strutture, gli anziani non solo non sono stati adeguatamente protetti dal covid, ma devono subire angherie e maltrattamenti inauditi che ne distruggono fisico, dignità e coscienza.

Sempre più le RSA si rivelano zona grigia dell'assistenza socio sanitaria in cui la ricerca del profitto a basso costo è l'elemento speculativo che le fa nascere come funghi sostituendosi ad servizio pubblico inadeguato. Il sistema di controllo appare troppo compiacente soffermandosi spesso alle forme esteriori, le modalità di accreditamento sono troppo elastiche così come le convenzioni di posti letto non sempre impongono che siano adeguatamente assistiti da personale qualificato in numero sufficiente e contrattualmente garantito.

A fianco delle rete ufficiale delle RSA esistono realtà private che sfuggono ad ogni controllo e sono riservate, nella loro inadeguatezza, ai ceti meno abbienti e impossibilitati a coprire le spese per una struttura ufficiale.

Tant'è che a seguito della notizia i giornali riportano che sono arrivate segnalazioni analoghe. Un film dell'orrore vissuto sulla pelle di ospiti indifesi e ignorati. Niente giustifica i maltrattamenti che sfociano in vere e proprie sevizie, per questo motivo la nostra Organizzazione sindacale è impegnata a richiedere l'estensione del reato di tortura ai maltrattamenti all'interno di RSA E CASE DI RIPOSO che sono istituzioni totali e come tali regolano la vita degli ospiti in tutte le sue manifestazioni e per tutto il tempo.

CHIEDIAMO A COMUNI E AZIENDE SANITARIE di implementare i controlli non solo formali e di costituire Osservatori con la partecipazione di degenti, per quanto possibile, e parenti in forma associata o singola.

CHIEDIAMO AL PRESIDENTE TOTI, che è sicuramente in debito verso gli anziani, DI ISTITUIRE UN TAVOLO REGIONALE APERTO ALLE ASSOCIAZIONI DEI PARENTI E ALLE ORGANIZZAZIONI SINDACALI PER RIDEFINIRE IL QUADRO NORMATIVO DELLE RSA/CASE DI RIPOSO , LE MODALITÀ DI CONTROLLO E VERIFICA, L'APERTURA DEL CONFRONTO SU UN PIANO REGIONALE DI ASSISTENZA SANITARIA E SOCIO SANITARIA DEGLI ANZIANI".

Comunicato stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium