/ Attualità

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Attualità | 03 marzo 2021, 15:00

Pietra, una terza tranche di aiuti per le famiglie messe in difficoltà dall'emergenza Covid

I bandi in questione sono rivolti al pagamento di bollette e di buoni spesa. Confermata anche la "spesa sospesa"

Pietra, una terza tranche di aiuti per le famiglie messe in difficoltà dall'emergenza Covid

Il Comune di Pietra Ligure lo scorso 22 dicembre ha stanziato 30 mila euro di fondi propri per l’assegnazione di contributi a favore di persone e famiglie in situazione di disagio economico per il pagamento delle utenze domestiche di energia elettrica, acqua e gas.

A seguito della decisione della giunta e dei diversi provvedimenti nazionali, regionali e di Protezione civile che si sono susseguiti nei mesi dell’emergenza sanitaria e di una precedente delibera di Giunta del 28 novembre 2020, sono state destinate ulteriori risorse, integrate con fondi propri, all’attivazione della terza tranche delle misure di solidarietà alimentare per i cittadini in situazione di fragilità, nella forma dei buoni spesa per l’acquisto di generi alimentari e beni di prima necessità.

Nuovamente confermata è, altresì, l’iniziativa della “spesa sospesa” che offre la possibilità di fare  donazioni liberali ad integrazione delle misure di solidarietà alimentare governative e comunali, cui si aggiunge, con  le medesime modalità, la “bolletta sospesa”.

Sia per i contributi a sostegno delle utenze domestiche che per i buoni spesa, le richieste dovranno essere inoltrate a partire dal 1 marzo e entro le ore 12,30 del 31 marzo 2021, all’indirizzo protocollo@pec.comunepietraligure.it o consegnate a mano all’ufficio protocollo, previo appuntamento allo 019.62931543 o, ancora, inviate con posta raccomandata.

Entrambi i bandi, con i criteri e i relativi moduli per le domande, possono essere scaricati dal sito istituzionale del Comune di Pietra Ligure (www.comunepietraligure.it) oppure ritirati presso l'ufficio servizi sociali, previo appuntamento telefonico al numero 019/62931700, dal lunedì al venerdì dalle ore 8.30 alle ore 12.30. 

Per i buoni spesa restano validi i criteri previsti per la seconda tranche di novembre 2020,  per i contributi a sostegno del pagamento delle bollette di luce, acqua e gas è necessario avere un ISEE non superiore agli 8 mila euro per nucleo familiare, con preferenzialità alle famiglie monogenitoriali con figli minorenni e alle famiglie che vivono in affitto in alloggi di edilizia privata in cui vi siano adulti con invalidità dal 46% al 74% privi di reddito e/o anziani ultra sessantacinquenni.

Come per la “spesa sospesa”, anche per le utenze è attivata la possibilità di fare donazioni che verranno utilizzate per ampliare la disponibilità dei contributi erogati e quindi la platea dei beneficiari. Le donazioni liberali potranno essere effettuate  - anche oltre i termini del bando - con versamento sul c/c del Comune di Pietra Ligure c/o Banca Alpi Marittime Credito Cooperativo di Carrù IBAN: IT53 A 08450 49430 000000001540 con causale “Donazione ad integrazione delle misure di solidarietà governative e comunali”.

"L’epidemia da Covid19 purtroppo continua a non darci tregua e per molti nostri concittadini alla preoccupazione per l’aspetto sanitario si aggiunge anche quello economico. Come già ad aprile e a novembre, ci siamo adoperati per implementare un ulteriore pacchetto di misure per fornire sostegno alle persone e alle famiglie maggiormente colpite, attivando i contributi per le bollette, oltre alla terza “tranche” dei buoni spesa. Siamo pronti a distribuire altri circa 70 mila euro a cui si aggiungeranno quelli provenienti dalle donazioni della 'spesa sospesa', iniziativa che abbiamo deciso non solo di replicare ma anche di ampliarla, estendendo la possibilità di offrire donazioni destinate anche a venire incontro a chi non riesce a pagare le bollette" commentano il sindaco di Pietra Ligure Luigi De Vincenzi e l’assessore alle Politiche Sociali Marisa Pastorino.

"A questo proposito non possiamo che ringraziare vivamente il MASCI, da sempre molto attento alle tematiche del sociale, che ha immediatamente deciso di contribuire generosamente con una donazione destinata ad ampliare i fondi a disposizione del bando per le utenze domestiche, confermando il prezioso apporto del volontariato sempre presente quando c’è da dare una mano" aggiungono De Vincenzi e Pastorino.

"Ancora una volta abbiamo scelto di andare oltre le risorse stanziate dai provvedimenti governativi e di 'fare la nostra parte', ampliando il plafond con fondi propri comunali e supportando l’iniziativa personale di solidarietà facendocene carico attraverso i canali istituzionali, sia per garantire e tutelare chi dona e chi riceve, sia per valorizzare al massimo quel genuino spirito di sussidiarietà che è il cemento della nostra comunità e possibilità, soprattutto in questo momento di grande difficoltà, di arricchimento e di crescita – continuano - In questo lungo anno di emergenza sanitaria, il Comune è sempre stato vicino a tutti coloro che si sono trovati in situazioni di fragilità, erogando 315 mila euro di contributi, esclusi gli interventi di ristrutturazione e gli acquisti di macchinari e strumenti, ai quali si vanno ad aggiungere quelli di queste ultime misure, a conferma del nostro impegno assiduo e costante nel non lasciare indietro nessuno".

"Ringraziamo, ancora una volta, i nostri uffici che hanno lavorato e stanno lavorando con il consueto impegno per velocizzare al massimo tutti gli iter burocratici e tutta la nostra comunità che come sempre ha risposto prontamente dando vita ad una sinergia collaborativa che auspichiamo possa essere sostenibile e fertile di idee anche in futuro" concludono il primo cittadino e la titolare dei servizi sociali.           

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium