/ Eventi

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Eventi | 28 aprile 2021, 11:03

Savona, il 2 maggio riapre l'Antico Teatro Sacco

"Ripartiamo in sicurezza e con i posti limitati" spiegano dall'associazione culturale S.A.C.C.O.

Savona, il 2 maggio riapre l'Antico Teatro Sacco

A partire da domenica 2 maggio alle ore 19, l’associazione culturale S.A.C.C.O. riprende le attività nell'Antico Teatro Sacco di Savona. 

"Riapriamo in sicurezza e con i posti limitati - spiegano dall'associazione - sappiamo che questa scelta sarà sostenuta da tutti i soci e amici del Teatro, che in tutto questo periodo sono stati privati di tutte le attività culturali, artistiche e di spettacolo in presenza". 

"Per le nostre possibilità, offriremo 5 appuntamenti nel mese di Maggio, riprendendo quel filo sospeso lasciato ad ottobre 2020 con la rassegna teatrale Luciana Costantino seconda edizione. Inoltre, ricordiamo che la prenotazione agli spettacoli è obbligatoria al numero 331 7739633" concludono dall'associazione cultuale. 

L'Antico Teatro ripartirà con lo spettacolo di e con Simonetta Guarino (Regia Marco Taddei) "Memorie di una ciciona". 

In scena una Ciciona in Persona e le sue memorie (una “C” sola perché le doppie sono faticose e Le Cicione oltre che ciccione sono anche pigre, va da sé)… Cosa si aspetterà il pubblico? Beh, intanto iniziamo con una considerazione di genere: le donne sono definite dal loro aspetto molto dei maschietti. Una Ciciona insomma è molto più interessante di un generico ciccione per chi si dedica all’arte del body shaming. Cosa ci svelerà La Ciciona in persona sul palco? Fantasie imbarazzanti? Aneddoti buffi di rotolini ribelli? Esilaranti brutte figure di un’imbranata over-size?
Cosa altro deve raccontare se non le sue mestizie?

Forse anche cosa scatena in tutti noi La Ciciona. Quale occasione più ghiotta di questa per portare il peggio di noi sotto un palco? La ciccia è il pifferaio di questo spettacolo. La protagonista, Ciciona in Persona, invita a teatro il pubblico per parlare di sé come Ciciona ad honorem, Ciciona di lunga data, Ciciona DOC, ma finisce per parlare del pubblico, di tutti noi. Degli stereotipi esilaranti che circondano Le Cicione, della paura che fanno le Cicione, della “pace” che infondono le Cicione, dell’incantesimo collettivo che trasforma La Ciciona in una strega vogliosa di salamini.

E come una strega-ciciona inviterà il pubblico ad entrare in bosco oscuro di racconti e vicende che solo un curriculum cinquantennale di Ciciona in persona potrebbero annoverare e svelerà al pubblico stesso che in fondo, tutti tutti tutti, anche i più secchi-ipocriti, vorrebbero nella propria vita poter essere cicioni perlomeno un giorno, almeno per un minuto.

Comunicato stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium