/ Sanità

Spazio Annunci della tua città

Centralissimo vicinissimo mare in viale Martiri della Liberta` contratto transitorio non residente massimo 18 mesi...

Centrale via Aurelia n.91 a 80 metri mare con parcheggio pubblico a 15 metri contratto 6+6 negozio in ordine 60mq. e...

Centrale via Aurelia n.91 a 80 metri mare con parcheggio pubblico a 15 metri contratto 6+6 negozio in ordine 60mq. e...

Bellissimo Motore e frizione nuovo Sedili nuovi Stacco batteria Posti 2+2 porte estive Porte invernali ...

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Sanità | mercoledì 13 settembre 2017, 14:37

Savona, bilancio Asl alla conferenza dei sindaci. Il direttore Porfido: "Ottimo il pari, purtroppo ancora alto il costo dei farmaci"

"Istituiremo un tavolo tecnico comune tra le strutture sui territori comunali e l'azienda per il caso dei minori stranieri non accompagnati"

Questa mattina è stata presentato, nella Sala Rossa del Comune di Savona nell'ambito della Conferenza dei Sindaci del distretto socio-sanitario savonese, il bilancio annuale della Asl 2 savonese, illustrato dal direttore generale Porfido. È stato rendicontato il bilancio 2016 con le linee di indirizzo adottate nel 2017 dal punto di vista delle spese. È stato raggiunto un pareggio di bilancio, un'ottimo risultato visto le perdite degli anni passati grazie anche a una forte razionalizzazione e contenimento di diversi capitoli di spesa. Da segnalare i 7 milioni di euro come valore complessivo degli investimenti,tra i quali un mutuo di 1.370.000 per lavori negli ospedali e per le attrezzature medico-sanitarie, più di 2 mln di euro in investimenti dal Fondo Sanitario Regionale, 2,4 mln di euro di investimenti in conto capitale vincolato destinati anche in questo caso alle strutture ospedaliere e a nuovi macchinari e 1,2 mln di investimenti grazie alle donazioni, in primis della Fondazione De Mari.

"Abbiamo una parte di patrimonio - spiega il direttore generale Eugenio Porfido - non operativo che può essere messo in vendita e sostanzialmente la stima di riferimento si aggira intorno a 1 milione e 400mila euro, abbiamo già avuto l'autorizzazione per la messa in vendita e stiamo provvedendo per la costituzione delle spese tecniche propedeutiche alla messa all'asta dei beni e delle proprieta". I costi della farmaceutica si tratta di uno dei capitoli di spesa più alti all'interno della Provincia, è stato risparmiato intorno ai 600/700mila euro, la spesa pro capite si aggira intorno ai 30 euro rispetto alla media nazionale. Al punto due si è soffermata l'attenzione sull'applicazione delle linee guida sui minori stranieri non accompagnati richiedenti protezione e il dottor Porfido ha dato la massima disponibilità sugli aspetti sanitari con la possibilità di istituire un tavolo tecnico comune tra le strutture di riferimento all'interno dei comuni e dell'azienda.

Luciano Parodi

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore