/ Sanità

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Sanità | 12 marzo 2018, 19:36

Al Gaslini inizia la collaborazione con la Tunisia

Oggi l’incontro tra la vicepresidente Viale, i vertici dell’istituto Gaslini e una delegazione istituzionale della Tunisia in vista di future collaborazioni con l’ospedale pediatrico genovese

Al Gaslini inizia la collaborazione con la Tunisia

Oggi e domani, martedì 13 marzo, l'Istituto Giannina Gaslini ospita una delegazione composta da rappresentanti di istituzioni tunisine, con alcuni esponenti del ministero della Salute di Tunisia, della Cassa Mutua Tunisina (CNAM) e del ministero della Difesa e due Primari dell'Ospedale "La Rabta " di Tunisi.

Ad accogliere gli ospiti tunisini è stata, oggi pomeriggio presso la Regione Liguria, la Vicepresidente e assessore alla Sanità, Sonia Viale, alla presenza del Console di Tunisia a Genova Dr. Hamed Zekri e del direttore generale del Gaslini, Paolo Petralia. Domani, invece, la delegazione visiterà l'Istituto pediatrico e alcune unità operative (in particolare Cardiochirurgia, Cardiologia, Terapia Intensiva). I Direttori delle diverse specialità pediatriche presenteranno le eccellenze del Gaslini, quindi saranno accolti dal Presidente e dal Direttore Generale dell'Istituto, alla presenza del Console di Tunisia, e discuteranno con la Direzione dell'Ospedale una proposta di convenzione tra l'Istituto Gaslini e la Cassa Mutua tunisina - CNAM, per la presa in carico di pazienti pediatrici tunisini e lo svolgimento di missioni formative in Italia e in Tunisia per i medici e infermieri del Paese nord africano.

Con l'auspicata entrata in vigore della Convenzione Istituto Gaslini - CNAM i bambini tunisini non curabili in loco potrebbero essere trasferiti al Gaslini e ricevere presso il l'Istituto le cure cardiochirurgiche adeguate. Questo potrà essere possibile anche grazie anche alla collaborazione con Associazioni che da tempo sostengono il Dipartimento Cardiovascolare dell'Istituto (Associazione Ana Moise Onlus, Associazione Piccoli Cuori, Ass.ne Silvia Procopio), che offriranno un supporto per l’accoglienza alle famiglie dei pazienti tunisini prima, durante e dopo il ricovero al Gaslini.

“Questo è l’inizio di un percorso – ha sottolineato la vicepresidente Viale - per arrivare a un accordo di collaborazione tra la Tunisia e il nostro ospedale Gaslini, che si conferma sempre di più un’eccellenza pediatrica non solo ligure e italiana ma anche internazionale. Le relazioni internazionali sono fondamentali, tanto più quando riguardano aspetti sanitari e pongono al centro la salute dei minori: è veramente un momento di forte vicinanza tra due popoli. Questo primo accordo sarà focalizzato in particolare sulla cardiochirurgia, per la cura dei piccoli pazienti provenienti dal paese nord africano. A questo si aggiungerà lo scambio reciproco di conoscenze e la formazione di personale medico e di operatori sanitari. Ringraziamo, quindi, la Tunisia per la fiducia in relazione alle opportunità di cura presso il Gaslini: un aspetto che sarà contraccambiato con la conoscenza e l’esperienza dei nostri professionisti. Durante la visita di domani – ha concluso - è previsto anche un incontro con le associazioni di famigliari che operano all’interno dell’ospedale pediatrico, proprio per dare il senso dell’umanità e dell’accoglienza nei confronti di chi ha bisogno di cure”.

cs

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium