/ Cronaca

24 Ore

Cerca nel web

Cronaca | 18 marzo 2019, 09:03

Andrea Nucera torna in patria dopo anni di latitanza, arrestato all'Aeroporto Malpensa

Secondo le prime informazioni il suo rientro sarebbe stato concordato con le autorità italiane che lo aspettavano all’aeroporto.

Andrea Nucera torna in patria dopo anni di latitanza, arrestato all'Aeroporto Malpensa

Dopo anni di latitanza Andrea Nucera torna in patria e viene arrestato dalla Guardia di Finanza di Savona.

L’ex imprenditore cerialese, noto per il crac finanziario che ha coinvolto “il suo impero”, ha preso il volo da Abu Dhabi, negli Emirati Arabi Uniti, dove ha vissuto gli ultimi 8 anni (dal 2011),  atterrando alle 7 di questa mattina a Milano Malpensa.

Andrea Nucera, già destinatario di un’Ordinanza di custodia cautelare in carcere (poi tramutata in arresti domiciliari), aveva riparato negli Emirati Arabi Uniti. L'imprenditore, cui faceva capo il “Gruppo Geo”, operante nel settore immobiliare, nel 2011 è stato protagonista di un crack che ha originato un passivo fallimentare di oltre 400 milioni di euro.

Per questi fatti è in corso, presso il Tribunale di Savona, un processo che vede imputati, oltre all'arrestato, altri 26 soggetti, tra dirigenti e consulenti del gruppo societario fallito ed amministratori e dirigenti di vari istituti di credito, per reati che spaziano dall'associazione per delinquere finalizzata alla bancarotta fraudolenta aggravata, alla bancarotta semplice, ricorso abusivo al credito, dichiarazione fraudolenta mediante uso fatture per operazioni inesistenti, dichiarazione fraudolenta mediante altri artifizi, emissione di fatture per operazioni inesistenti, sottrazione fraudolenta al pagamento di imposte, omesso versamento di IVA, false comunicazioni sociali, falsità nelle relazioni o comunicazioni delle società di revisione, formazione fittizia del capitale, falso e mendacio interno, falsa perizia, favoreggiamento personale ed usura.

Nucera Andrea ha deciso di rientrare spontaneamente in Italia e collaborare con l’Autorità Giudiziaria. A breve comparirà quale imputato nel processo che lo riguarda. Dopo gli adempimenti di legge, l’arrestato è stato autorizzato a recarsi presso il luogo di detenzione domiciliare a Savona, dove rimarrà a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Mara Cacace

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium