/ Speciale elezioni Varazze

In Breve

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Speciale elezioni Varazze | 14 aprile 2019, 12:00

Elezioni Varazze, “Vola Varazze” e la lista Ghigliazza provano a trovare un punto d’intesa

Le difficoltà incontrate nella creazione della lista da parte dell’ex primo cittadino varazzino e i diversi punti in comune stanno portando a un possibile accordo con il candidato sindaco Elsa Roncallo.

Elezioni Varazze, “Vola Varazze” e la lista Ghigliazza provano a trovare un punto d’intesa

Non mancano i colpi di scena durante la campagna elettorale a Varazze.

Dopo l’annuncio di qualche giorno fa della candidatura a sindaco di Elsa Roncallo nella lista “Vola Varazze” (leggi QUI) e le difficoltà incontrate dall’ex primo cittadino varazzino Antonio Ghigliazza, le due realtà stanno cercando di trovare un punto d’incontro per unire le forze contro il sindaco uscente Alessandro Bozzano, Enrico Caprioglio e il pentastellato Massimo Lanfranco.

Nelle scorse settimane Caprioglio, Ghigliazza e Lanfranco avevano tentato l’accordo ma per quest’ultimo erano state chiuse le porte alle realtà civiche da parte del Movimento 5 Stelle nazionale, da lì il nulla di fatto.

La lista Ghigliazza sta cercando una convergenza con la lista Roncallo, abbiamo tanti punti in comune, e su questo c’è molta rassicurazione - spiega il consigliere comunale di minoranza Davide Petrini che farà parte della squadra di Elsa Roncallo insieme a Paola Busso - In questa fase c’è da riconoscere la volontà di due ex amministratori che si stanno sedendo al tavolo per cercare di trovare una discontinuità all’attuale amministrazione e creare un’alternativa seria”.

Carlo Giacobbe e una parte del Partito Democratico hanno deciso di schierarsi con il sindaco Bozzano ma le sue parole e la sua decisione (leggi QUI) non hanno convinto Petrini: “Peccato che nei 5 anni dell’amministrazione Bozzano siamo stati all’opposizione e parecchio critici anche in campo progettuale, mi stupisce che lui ritrovi una piena sintonia e riconosca una capacità che noi del Pd non abbiamo mai riconosciuto, si tratta di una virata inaspettata. Rimane da parte del gruppo di opposizione un giudizio critico, non capisco quali punti ci possano unire per una forza sostenuta dalla Lega e dal presidente della Regione Toti. Si tratta di una scelta di pochissime persone, sono iscritti a Varazze nel circolo 18/20 persone ma per la segreteria nazionale hanno votato in 340”.

Luciano Parodi

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium