/ Politica

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Politica | 03 aprile 2019, 17:00

Il sindaco di Carcare De Vecchi lancia una provocazione: "La Provincia ritorni di primo grado, diamo voce ai cittadini" (VIDEO)

"L'entroterra ad esempio ha caratteristiche diverse dalla riviera e tuttavia devono condividere delle problematiche che hanno peculiarità diverse"

Il sindaco di Carcare De Vecchi lancia una provocazione: "La Provincia ritorni di primo grado, diamo voce ai cittadini" (VIDEO)

Lunedì scorso è stato approvato il bilancio della Provincia dopo il voto all'unanimità dell'assemblea dei sindaci.

 

Dopo le discussioni di giovedì 28 marzo sull'Ato dei rifiuti e la decisione della Val Bormida di puntare su un sub ambito valbormidese, è arrivata la notizia positiva del pareggio di bilancio con un avanzo di circa 3,5 milioni di euro.

A margine dell'incontro il sindaco di Carcare Christian De Vecchi ha lanciato una provocazione, auspicando a un ritorno della Provincia come ente di primo grado, dando ai cittadini la possibilità di votare come accadeva prima del 2014.

"E' giusto iniziare a ragionare su questo ente anche in una chiave politica e amministrativa, questo semplicemente per tornare indietro all'approvazione della legge Delrio quando la nostra Provincia è stata trasformata in un ente di secondo grado, spersonalizzandolo, rivederlo o riconsiderarlo sia a livello nazionale sia a livello di autonomia per quello che è, direttamente vicino all'elettorato, ai cittadini, tornare a un ente provinciale di primo grado non è un esercizio di fantapolitica, ma un esercizio concreto, diretto".

"La Provincia deve rispondere al territorio o alle macro aree, il ponente, il levante, la zona di Savona e l'entroterra, problematiche che ovviamente si riscontrano ogni qualvolta si deve ragionare in termine di ato idrici, dei rifiuti o di Tpl. Tutte argomentazioni che se andassero in riflessione all'interno di una Provincia eletta con quelle caratteristiche e quelle suddivisioni in orografie che sono innate per la nostra provincia quindi in quei 4-5 ambiti territoriali, ecco che si può pensare a una Provincia eletta direttamente dai cittadini con una struttura federativa, per superare anche le problematiche che avvengono durante le votazioni nelle suddivisioni degli Ato, l'entroterra ad esempio ha caratteristiche diverse dalla riviera e tuttavia devono condividere delle problematiche che hanno peculiarità diverse - ha continuato il primo cittadino carcarese, accennando proprio al tema delle divisioni sugli Ato, auspicando per una decisione per i diversi ambiti che devono passare anche dai cittadini che spendono, con il pagamento della Tari, per il servizio.

Luciano Parodi

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium