/ Economia

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Economia | 29 maggio 2020, 14:10

Ascom Confcommercio e Albergatori di Varazze scrivono al sindaco: "Per questa estate chiediamo sicurezza"

Le associazioni di categoria: "Abbiamo adeguato le attività con professionalità e passione per garantire un ambiente sano"

Ascom Confcommercio e Albergatori di Varazze scrivono al sindaco: "Per questa estate chiediamo sicurezza"

Ascom Confcommercio Varazze e Associazione Albergatori Varazze scrivono una lettera aperta al sindaco, Alessandro Bozzano, ponendo l'accento su diverse tematiche di carattere economico in vista della prossima estate, alcune delle quali di concerto anche con i Balneari.

Più nello specifico, nel testo della lettera aperta si legge:

"CONFOCOMMERCIO VARAZZE ha formato in tempo reale le imprese del territorio per offrire SICUREZZA.

E appunto la SICUREZZA sarà la parola d'ordine per salvaguardare i cittadini ed accogliere tutti i turisti che sceglieranno la nostra città.

A Varazze, tutti gli imprenditore dei settori turismo, commercio e servizi, hanno recepito le normative ed hanno adeguato le proprie attività con professionalità e la passione che hanno per il loro lavoro per garantire una un ambiente sano ed una permanenza tranquilla.

Per questo ci teniamo a sottolineare che siamo solidali con i nostri colleghi balneari a proposito del problema che l'abusivismo potrebbe provocare vanificando tutti i nostri sforzi e sacrifici.

Non è pensabile poter permettere di occupare le nostre passeggiate, oltre alle spiagge, stendendo teli o peggio, appoggiando merce per terra, senza rispettare le norme igieniche, provocando timore di contagio e impedendo di fatto il passaggio, a cittadini e turisti che, per salvaguardare la propria salute, si terrebbero alla larga da luoghi giudicati poco sicuri.

Ci associamo quindi, con il Balneari, alla richiesta di aiuto rivolta al Sindaco Bozzano ed alle autorità competenti, anche provinciali, al fine di poter avere un maggior controllo del territorio, soprattutto alla stazione del treno ed alle fermate dei Bus.

Sappiamo che le forze sono limitate ma vietando gli accessi sarà poi più semplice controllare il territorio".

Comunicato stampa

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium