Elezioni comune di Savona

Elezioni comune di Loano

 / Sanità

Sanità | 23 ottobre 2020, 17:20

Ospedale Cairo: sindaci, Comitato e sindacati al lavoro per un documento unitario da presentare in Regione

Tra le richieste il mantenimento della struttura attiva (durante la pandemia) come ospedale Covid free e una definizione sulla gestione futura

Ospedale Cairo: sindaci, Comitato e sindacati al lavoro per un documento unitario da presentare in Regione

Un documento unitario pro ospedale "San Giuseppe" di Cairo, contenente le proposte di sindaci, Comitato Sanitario Locale Valbormida e sindacati, da presentare poi all'attenzione del presidente della Regione (e assessore alla Sanità) Giovanni Toti. 

Questo l'argomento cardine del Distretto Socio-sanitario delle Bormide convocato nella mattinata odierna. La seduta è stata l'occasione per fare una prima sintesi tra le parti in causa. L'obiettivo? Stilare e approvare in tempi brevi tale documento. La deliberazione da parte del Distretto dovrebbe avvenire venerdì prossimo dopo la condivisione da parte di sindaci, Comitato e sindacati. 

"Il documento avrà una doppia visione. Una nel breve, anche in relazione alla pandemia, dove chiederemo di mantenere attiva la struttura come ospedale Covid free. L'altra rivolta al futuro. Ovvero avere una definizione sulla gestione del nosocomio (privato o pubblico) con il Pronto Soccorso e tutti i servizi necessari" commenta il presidente del Distretto Socio-sanitario delle Bormide e sindaco di Cairo Paolo Lambertini. 

"La mission è quella di mantenere e potenziare sia l'ospedale, sia tutti i servizi socio-sanitari presenti sul territorio - spiega il sindaco di Carcare Christian De Vecchi - Tutto questo dovrà avvenire attraverso un percorso. Ossia la presenza di personale qualificato e un pronto soccorso adeguato per rispondere alle esigenze del territorio. Senza dimenticare la questione relativa all'elisoccorso". 

"Spero si arrivi ad un documento unico e condiviso dove venga chiesto la presenza di un ospedale sempre aperto, con i servizi in grado di rispondere alle esigenze della nostra Val Bormida. E che tenga conto del formidabile lavoro prodotto sulla scia del convegno sulla 'Sanità in Val Bormida' organizzato lo scorso mese di settembre - aggiunge il primo cittadino di Plodio Gabriele Badano - Questo evento ha portato cultura e formazione. Mi auguro che tale patrimonio non vada perso. E' necessario adottare un approccio scientifico rigoroso e intercettare le risorse economiche che devono arrivare dall'emergenza Covid". 

Graziano De Valle

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium