/ Economia

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Economia | 20 novembre 2020, 10:00

10 semplici passaggi per avviare un'attività online

Avviare un'attività in proprio è un impegno di responsabilità. Sai che devi pensare a tutto in anticipo, ma nella pratica ti perdi.

10 semplici passaggi per avviare un'attività online

Avviare un'attività in proprio è un impegno di responsabilità. Sai che devi pensare a tutto in anticipo, ma nella pratica ti perdi. Cosa bisogna prendere in considerazione? E come non dimenticarsi della cosa più importante? Come si possono prevenire i rischi? Abbiamo compilato una pratica lista per aiutarti a fare le cose nel modo giusto.

1. Preparare un business plan

Non fidarti di chi dice che puoi avviare un'attività senza un piano dettagliato. Costruiresti una casa senza fondamenta? Crollerebbe nel giro di un paio d'anni. Con l'e-commerce è uguale.

Un business plan è un documento che comprende:

  • descrizione del progetto. Che tipo di attività è, quanto è necessario investire, il periodo di ammortamento previsto e le previsioni di profitto;

  • analisi della nicchia e della sfera, tenendo conto delle tendenze, delle prospettive, dei fattori positivi e negativi;

  • piano di marketing: le modalità previste per la promozione e il posizionamento del business (oltre al relativo budget), l'analisi del target di riferimento, l'argomentazione dei prezzi;

  • analisi dei concorrenti: un elenco dei principali concorrenti, i loro punti di forza e di debolezza, i metodi di concorrenza;

  • descrizione del prodotto e del processo di vendita (dalla ricerca dei fornitori all'organizzazione della consegna ai clienti);

  • piano operativo: una descrizione completa del vostro progetto, comprese le risorse necessarie per la gestione dell'attività;

  • piano finanziario: calcoli esaustivi dell'attività pianificata: il numero di investimenti, la distribuzione dei fondi, le spese e i redditi pianificati per 1 e più anni, l'efficienza degli investimenti, i periodi di ammortamento, ecc. Se si prevede di attirare un investitore, questa tabella sarà la parte principale del piano.


2. Organizza la struttura della tua attività

  • La ditta individuale è la forma più semplice. Gestisci l'attività da solo, prendi tutte le decisioni e sei responsabile delle loro conseguenze;

  • LLC - limited liabilty company. Ogni partner contribuisce con la propria quota e partecipa alle decisioni importanti;

  • partnership - attività basate su un accordo giuridico. Allo stesso tempo, tutti i partecipanti alla transazione sono impegnati in uno scopo comune - realizzare un profitto.

Dopo aver scelto la struttura della tua attività, puoi registrare la tua attività e procedere alla fase successiva.

3. Scegli cosa vuoi vendere

Naturalmente, se hai preparato un business plan, sai già cosa vendere, dove ordinarlo e a quale prezzo offrirlo ai clienti. In questo caso, però, intendiamo una progettazione dettagliata dell'assortimento, tenendo conto delle caratteristiche e delle peculiarità dei prodotti. Fai un elenco dei prodotti e chiedi ai fornitori le condizioni.

4. Decidi la piattaforma di e e-commerce

Quando i principali processi di business sono programmati, puoi iniziare a prepararti per lo sviluppo del sito. Inizia scegliendo una piattaforma per la vendita online. Come fare:

1. Determina l'azienda. È un piccolo negozio locale o un supermercato online?

2. Valuta il posizionamento: chi è il tuo target di riferimento?

3. Valuta il tuo piano per sviluppare l'azienda.

Rispondendo a queste domande, potrai scegliere la tua piattaforma con più precisione. Puoi iniziare a vendere sul mercato senza creare il tuo sito web. Per esempio:

  • AliExpress offre condizioni di ingresso facili e devi fornire una logistica conveniente per un ottimo lavoro;

  • Amazon seleziona scrupolosamente i venditori: il servizio prevede requisiti elevati per i partner, le merci, i prezzi e la qualità del servizio;

  • eBay è più orientata verso i venditori aziendali e presenta requisiti rigorosi per loro.

Puoi anche creare il tuo sito web con una piattaforma specializzata. Le valutazioni dei migliori sono compilati annualmente: scegline una adatta e specifica le condizioni per l'integrazione.

5. Assicurati che il tuo sito web o il tuo profilo siano presenti sul mercato

Il visual branding è la base di una competizione di successo. Per ottenere un pubblico fedele, devi fare molto di più che offrire prodotti interessanti a prezzi vantaggiosi. Devi occuparti dell'identificazione e del riconoscimento. Creare:

  • nome;

  • logo;

  • motto:

  • elementi visivi.

L'ultimo elemente comprende l'intestazione del sito, gli avatar per le pagine sui social network, i modelli per i post e altri dettagli. Puoi svilupparli senza nemmeno avere competenze di design: per esempio, il servizio Logaster offre un semplice generatore passo dopo passo per la creazione di un logo e di altri elementi del marchio.

Considera che l'aspetto del tuo sito dovrebbe corrispondere alla nicchia di mercato. Per esempio, quando vendi giocattoli per bambini, scegli colori vivaci, e quando vendi attrezzature per ufficio, scegli uno schema di colori neutri.

6. Scegli il nome di dominio adatto

Idealmente, il tuo nome di dominio dovrebbe corrispondere al tuo marchio. Tuttavia, siamo sinceri: ora è quasi impossibile registrare un dominio con una semplice parola composta da 5-7 caratteri. Dovrai cercare delle alternative. Ricorda che:

  • il titolo dovrebbe essere facilmente leggibile;

  • meno simboli ci sono, meglio è;

  • il titolo dovrebbe indicare il settore di attività;

  • nel collegare le parole, assicurati che il nome di dominio sia letto senza ambiguità;

  • i nomi di dominio possono contenere solo lettere, numeri e trattini. Non sono ammessi altri caratteri;

  • i trattini non possono essere utilizzati all'inizio o alla fine del dominio;

  • non puoi usare un nome di dominio già in uso;

  • i nomi dei domini non contengono maiuscole. es. wivw.mydomain.com è identico a www.MyDomain.com;

  • ti consigliamo vivamente di non registrare un nome di un dominio che potrebbe violare il marchio di un'altra società, a meno che tu non possa dimostrare di avere il diritto di farlo.

7. Crea un sito web per l'e-commerce

Se hai scelto una piattaforma, il processo di sviluppo si riduce alle impostazioni delle sezioni e delle pagine, riempiendole di contenuti e articoli. Ecco alcuni consigli:

  • crea le sezioni principali del sito: "Chi siamo", "Pagamento e consegna", "Regole sui resi e cambi", "Contatti";

  • ordina la merce in categorie a tema per una facile selezione;

  • carica i documenti richiesti: "Informativa sulla privacy", "Contratto di vendita (offerta)" e altri, in ottemperanza alla legislazione del tuo paese;

  • valuta i problemi del blogging per attrarre e trattenere il tuo target di riferimento.

  • Ogni pagina del prodotto dovrebbe contenere una descrizione del prodotto (completa e tecnica), una foto e il prezzo. È fortemente consigliabile fornire informazioni sulla disponibilità (numero di unità rimanenti), sui costi di spedizione e fornire un link alle recensioni dei clienti.

8. Personalizza il carrello

Potrebbe sembrare che sia il compito più facile. Tuttavia, anche la dimensione del pulsante del carrello è importante in un ambiente competitivo. Ecco alcune linee guida per creare un'interfaccia user-friendly:

  • accesso facile al carrello: un'icona grande e un bottone in evidenza;

  • pagina del carrello pratica e facile da usare;

  • la possibilità di modificare l'ordine in qualsiasi fase;

  • nessun costo aggiuntivo nascosto (il prezzo non dovrebbe cambiare durante il processo di registrazione);

  • navigazione utente trasparente;

  • mancanza di registrazione obbligatoria;

  • disponibilità di modi alternativi per ordinare (per esempio, per telefono)

9. Lancia promozioni e pubblicità

Devi attirare i compratori per vendere. Per fare ciò dovresti svilupparti in due direzioni:

1. Prospettiva a breve termine. Attira subito i clienti con pubblicità contestuali. Crea annunci, personalizza il targeting, analizza il pubblico e le performance di interazione. Se tutto viene eseguito correttamente, riceverai gli ordini fin dai primi giorni del lancio della campagna pubblicitaria. Tuttavia, ricorda: non appena la pubblicità viene fermata, il traffico si fermerà.

2. Prospettiva a lungo termine. Ottimizza il sito e la promozione sui motori di ricerca del tuo sito. A differenza della costosa pubblicità contestuale, la crescita delle posizioni nei risultati di ricerca ti fornirà un flusso stabile e libero di visitatori al tuo sito. Potrai trasformarli in clienti.

10. Supporta la tua attività

Non dovresti rilassarti anche quando tutto va bene, quando il traffico è in crescita e quando le statistiche di vendita sono positive. In effetti, il lavoro principale è ancora da fare. Ecco cosa devi fare in questa fase:

  • analizza il sito, individua e corregge gli errori in tempo;

  • monitora la disponibilità della merce, rifornendo al contempo le scorte di magazzino;

  • segui le tendenze e le novità, amplia l'assortimento;

  • lavora con i clienti: rispondi alle critiche, rispondi alle domande, ecc.;

  • realizza promozioni, vendite, sconti e altre attività;

  • lavora con i dati analitici per migliorare le prestazioni attuali e in futuro.

Conclusione

Questi 10 passaggi ti aiuteranno a strutturare i tuoi pensieri, a prepararti per l'avvio di un'attività, e ad avviare la tua attività in modo più coscienzioso. Naturalmente, questo non garantisce il successo al 100%: molte questioni dipendono solo dalle tue decisioni e dalle tue azioni. Valuta il mercato, considera ogni decisione e cerca di realizzare con successo i tuoi piani.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium