/ Politica

Politica | 22 giugno 2021, 15:03

Crocifisso vandalizzato a Cosseria, Vaccarezza: "Grazie agli artigiani tornerà a splendere"

Il capogruppo regionale di "Cambiamo!" porge i suoi ringraziamenti a chi si è preso cura dell'opera "per tutti i fedeli del territorio a ricordo dei tanti caduti per la Patria"

Crocifisso vandalizzato a Cosseria, Vaccarezza: "Grazie agli artigiani tornerà a splendere"

"Questa storia avrebbe bisogno di molto più spazio e molto più tempo di quello di un post, ma cercherò di rendere al meglio tutto il suo significato; questo per il suo valore spirituale, per il suo valore storico e per quanto questa storia è rimasta impressa nel cuore di tutti. Alla fine dello scorso mese di marzo, il Crocifisso ligneo sulle alture di Cosseria, ricordo degli italiani della Divisione Cosseria reduci di guerra, dispersi in Russia nel 1942, venne ritrovato semidistrutto, ferito alle braccia, al volto, forato al costato con conficcata una gamba mozzata. Le ferite furono inferte con un'accetta che creò numerose scalfitture nel legno".

A scriverlo, in una nota, è il consigliere regionale e capogruppo di "Cambiamo!", Angelo Vaccarezza.

"Quanto è accaduto mi colpì profondamente, tanto da farmi prendere la decisione di andare di persona a verificare lo stato della scultura, insieme al presidente della Provincia Pierangelo Olivieri e al vicesindaco di Cosseria, Tamara Urru" racconta.

"Il sentimento di sdegno, di dolore, di delusione, è forte ancora oggi, ma ancora più forte è stata fin da subito la voglia di reagire a quello scempio, per riportare 'in vita' il Crocifisso che ha un valore immenso per la comunità" aggiunge Vaccarezza. 

"Così, dopo diverse vicissitudini e dopo un primo tentativo di restauro che, seppur fatto in buona fede, complicò e rallentò il ripristino definitivo della statua - prosegue - intervenne Luca Pirotti, artigiano del legno, che prese a cuore la vicenda e, insieme alla perizia di Claudia Maritano, esperta d'arte e restauri, decise di riportare l'opera alle sue condizioni originali".

"Il Crocifisso potrà così nei prossimi mesi, avere una nuova vita, una nuova dignità e grazie alla generosità e alla preparazione di Luca, Claudia e di tutti i loro collaboratori, tornare a splendere, per tutti i fedeli del territorio a ricordo dei tanti caduti per la Patria" conclude il consigliere arancione.

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium