Elezioni comune di Savona

Elezioni comune di Loano

 / CGIL Informa

CGIL Informa | 04 agosto 2021, 15:46

Cgil, Andrea Pasa: “Su infortuni e sicurezza è emergenza nazionale. Basta parole, serve un piano straordinario subito”

Profondo cordoglio e vicinanza alla famiglia di Laila El Harim. Il segretario Cgil Savona: “La strage va fermata”

Cgil, Andrea Pasa: “Su infortuni e sicurezza è emergenza nazionale. Basta parole, serve un piano straordinario subito”

 

Esprimiamo profondo cordoglio e vicinanza alla famiglia di Laila El Harim, operaia uccisa ieri mattina dalla fustellatrice a cui lavorava, presso l'azienda che produce cartoni per alimenti a Bombonette di Camposanto in Provincia di Modena”.

Ad affermarlo in una nota stampa è Andrea Pasa, segretario generale Cgil Savona.

“La strage va fermata: ribadiamo al Governo che occorre un patto per la salute e sicurezza sul lavoro.Basta parole, la sicurezza è un'emergenza nazionale che deve essere affrontata investendo nella prevenzione, rafforzando l'attività ispettiva, i controlli e la formazione. Inoltre – aggiunge Pasa - le risorse del Pnrr destinate alle imprese e alle aziende devono essere vincolate al rispetto dei contratti e di tutte le norme su salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, fino ad arrivare a una vera e propria patente a punti per tutte le aziende”.

Lo ribadiamo per l’ennesima volta – spiega - il tema della salute e la sicurezza non può concentrarsi esclusivamente attorno al dibattito sul green pass. La campagna vaccinale è fondamentale per garantire la salute dei lavoratori, ma è fondamentale aggiornare e migliorare immediatamente i protocolli sottoscritti per contrastare e contenere la diffusione del virus Covid19 e soprattutto investire subito nella messa in sicurezza dei luoghi di lavoro, dove si continua a morire a prescindere dall’emergenza dovuta alla pandemia”.

È necessario arrivare al più presto a un accordo che coinvolga governo, sindacati, parti datoriali e tutti gli enti e soggetti istituzionali interessati affinché finalmente il Paese si doti di un piano strategico sulla salute e la sicurezza”.

Si continua a morire nei luoghi di lavoro, anzi,  le morti bianche sono sempre più numerose e investono trasversalmente tutti i comparti , soprattutto l’appalto e il sub appalto -  sottolinea  il segretario generale Cgil Savona - Da inizio anno sono oltre 450 i morti sul lavoro. L’emergenza sta tornando quella di sempre,  con una questione che rende tutto ancora più drammatico:  le morti per Covid per tanti, troppi lavoratori e lavoratrici dei comparti della sanità e non solo”.

Irregolare è oltre l’85% delle imprese controllate a livello nazionale (dato Inail Nazionale di maggio 2021): è un dato inaccettabile. Non basta più indignarsi a ogni occasione, serve una volontà politica forte che corra ai ripari immediatamente. Oggi e non domani”, conclude Andrea Pasa.

 

 

Comunicato stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium