/ Economia

Economia | 01 dicembre 2021, 14:00

Con chi sottoscrivere un contratto luce e gas?

I consigli utili per scegliere il miglior fornitore sono diversi ad esempio bisognerebbe sempre pensare alle proprie esigenze sia e alla spesa da sostenere sia ai propri reali consumi: ecco un articolo molto utile sul tema

Con chi sottoscrivere un contratto luce e gas?

Le bollette energetiche rappresentano una voce di spesa importante nell’ottica del bilancio familiare. Oggi grazie alla liberalizzazione avvenuta negli ultimi anni del mercato energetico chiunque è libero di sottoscrivere un contratto luce e gas con qualsiasi fornitore senza limitazioni, potendo così scegliere offerte e tariffe che siano in linea con le proprie esigenze di budget. L'analisi di CheTariffa sulle compagnie luce e gas convenienti ci consente di avere una specie di bussola con cui orientarci. I consigli utili per scegliere il miglior fornitore sono diversi, ad esempio bisognerebbe sempre pensare alle proprie esigenze sia relativamente alla spesa da sostenere, sia ai propri reali consumi luce e gas.

Consigli utili da seguire per trovare le offerte migliori

Ma cosa bisogna fare per sottoscrivere un contratto luce e gas che sia realmente in linea con le nostre esigenze? Innanzitutto cominciamo con l’escludere le compagnie con cui non ci siamo trovati bene in passato. Come secondo step potrebbe essere una buona idea farsi un giro sui comparatori di tariffe oppure visitare i siti dei vari gestori così da farsi rapidamente un’idea sui pressi e sui servizi aggiuntivi proposti dai vari provider. Così facendo nel giro di poco tempo potremo restringere il campo solo alle compagnie per noi realmente convenienti. Prima di sottoscrivere un contratto luce o gas sarebbe anche una buona idea conoscere esattamente quali sono i propri consumi. Ad esempio se parliamo di contratto luce sarebbe importante sapere in che fasce orarie concentriamo i consumi così da orientarsi per un’offerta piuttosto che l’altra e scegliere un piano monorario o biorario. Si tenga conto anche del fatto che, dopo aver sottoscritto un contratto luce e gas con un fornitore energetico del libero mercato, si potrà comunque sottoscrivere un nuovo contratto in qualsiasi momento con un nuovo fornitore senza per questo andare incontro a penali o a problemi di qualsiasi tipo.

Come scegliere il fornitore

Se vogliamo valutare con criterio tutte le opportunità è importante vagliare in modo molto puntuale le diverse caratteristiche delle offerte. Tra gli strumenti che abbiamo a disposizione per la scelta c’è sicuramente il sito web dell’ARERA (Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente), un ente pubblico indifferente ai condizionamenti commerciali e che sarà una sorta di bussola con cui orientarsi per il confronto delle tariffe. Si dovranno caricare i propri dati energetici sul sito così da avere a disposizione una serie di indicatori utili per affinare la ricerca come ad esempio una predilezione verso un prezzo fisso per ogni fascia oraria o soggetto ad oscillazioni oppure la potenza impegnata e il consumo energetico annuo. Ci si dovrà orientare nella scelta anche sulla base se si preferisce un prezzo bloccato o variabile. Una volta impostate queste informazioni molto importanti, ARERA procederà in tempo reale al filtraggio delle offerte andando a presentarci unicamente quei fornitori con i requisiti indicati e una stima annua della cifra che viene richiesta.

I fattori da considerare nella scelta del fornitore

Sarà molto importante per gli utenti che siano ben preparati sui criteri di selezione dei fornitori che comprendono degli aspetti determinanti come il costo del kWh. Il tipo di tariffa scelta è tra le prime cose che andranno infatti valutate con molta attenzione. In bolletta però ci sono anche altri costi che compongono la totalità della spesa energia come le spese per il trasporto e la gestione del contatore e gli oneri di sistema. Questi costi sono uguali per tutti i fornitori e non sono oggetto a concorrenza. Se si è indecisi su con chi sottoscrivere un contratto luce e gas potrebbe essere utile anche valutare l’efficienza del servizio clienti e la tempestività dell’assistenza tecnica. Sarebbe importante anche valutare la trasparenza dell’offerta magari andando a controllare le opinioni lasciate dagli altri utenti. Meglio diffidare delle offerte che offrono un grande risparmio nell’immediato ma prevedono poi aumenti molto gravosi più avanti. È quindi importante prendersi il proprio tempo così da confrontare le diverse offerte e fare la scelta giusta.

Richy Garino

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium