/ Sanità

Sanità | 02 dicembre 2021, 11:13

7 nuovi specializzandi in Asl 2, siglato accordo con l'Università di Genova

La soddisfazione del Rettore Delfino: "Esperienza di campo molto utile"

La dott.ssa Valentina Trinchero in servizio presso la struttura di Anestesia e Rianimazione dell’ospedale San Paolo di Savona

La dott.ssa Valentina Trinchero in servizio presso la struttura di Anestesia e Rianimazione dell’ospedale San Paolo di Savona

A marzo di quest’anno è stata rinnovata la convenzione triennale tra l’Università degli Studi di Genova e l’Asl 2 per lo svolgimento delle attività di formazione delle scuole di specializzazione dell’area sanitaria che prevede ad oggi ben 17 specialità accreditate. Recentemente sono state ulteriormente accreditate per l'anno accademico 2021/2022 le strutture di Malattie infettive dell’Ospedale San Paolo di Savona e di Albenga.

La convenzione prevede inoltre, al fine di perfezionare la formazione, che la Scuola di specializzazione si avvalga di ulteriori strutture extra rete. A questo scopo, in accordo con i Direttori delle relative scuole di specializzazione dell’Università di Genova, sono state deliberati ulteriori percorsi, consentendo a nuovi medici specializzandi di prestare la loro attività nelle strutture aziendali. In particolare, sono state avviate in questi ultimi due mesi 7 convenzioni individuali di cui una per la specializzazione in Radiodiagnostica e 6 per la specializzazione di Anestesia-rianimazione per medici assegnati ai due presidi ospedalieri di Savona e Pietra Ligure.

“L’inserimento di giovani futuri anestesisti-rianimatori nei nostri reparti di Anestesia e Rianimazione – afferma il presidente della Regione Liguria e assessore alla Sanità Giovanni Toti - assume notevole importanza in considerazione del numero sempre più ridotto di neo specializzandi in quest’area e delle purtroppo note difficoltà riscontrate nel reperire medici formati, nonostante i numerosi concorsi banditi dalle aziende sanitarie. Durante l’emergenza sanitaria questo problema si è manifestato a livello nazionale. Per questo abbiamo da tempo un dialogo costante e proficuo con l’Università degli Studi di Genova, che ringraziamo per la disponibilità e l’attenzione dimostrate”

“L’arrivo degli specializzandi rappresenta un riconoscimento di rilievo per la nostra Azienda e per le diverse specialità presenti in molti reparti dei nostri ospedali a dimostrazione della grande professionalità e notevole impegno dei nostri professionisti – riferisce il Direttore Generale Marco Damonte Prioli - Anche queste esperienze di formazione così dette “extra rete” costituiscono un ulteriore segnale di sinergia con l’Università degli Studi di Genova e con le diverse Scuole di Specializzazione volto a garantire un numero sempre maggiore di giovani professionisti che sceglieranno Asl 2 per la loro crescita lavorativa. Ringrazio il Prof. Paolo P. Pelosi, Direttore della Scuola di Specialità in Anestesia e Rianimazione, il Prof. Mario Amore, coordinatore a livello di Ateneo delle Scuole di Specialità ad indirizzo medico, e il Rettore Prof. Federico Delfino per l’impegno profuso nel concretizzare quanto descritto”.

“Sono molto soddisfatto della produttiva collaborazione tra Università e Asl e sono certo che questa iniziativa costituirà un’esperienza di campo molto importante per i nostri specializzandi, volta a raffinare le loro competenze e a valorizzare la loro vocazione assistenziale” – commenta il Rettore Federico Delfino.

Comunicato stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium