/ Attualità

Spazio Annunci della tua città

Causa limiti circolazione centro città Milano per inquinamento, euro 3 fap, vendo perfetta C5 2.2, automatica, pelle,...

Selezioniamo collaboratori ambo i sessi di età min. 23 anni, per lo sviluppo del mercato di sanità integrativa per...

Scooter usato con tettino parapioggia batterie ok funziona tutto con gomme e camera d`aria.

Auto tenuta sempre in garage, ottime condizioni. Grigio Metallizzata, interni in pelle nera, sedili riscaldabili,...

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Attualità | giovedì 14 dicembre 2017, 08:20

Dopo alluvioni e mareggiate, Finale Ligure "in via di guarigione"

Ma alcuni cittadini lamentano la mancanza di alcune misure precauzionali

Finale Ligure si sta ancora "leccando le ferite", ma via via si torna alla normalità, dopo le violente precipitazioni di domenica scorsa.

Come già annunciato dall'assessore Andrea Guzzi, la passerella in zona Castelletto/San Donato è stata pesantemente danneggiata dalla forza delle onde (leggi QUI), ma non è il solo danno: gli spazi del lungomare che solitamente ospitano le giostre hanno richiesto una lunga opera di ripulitura dal fango, proprio sotto le imminenti festività. Le spiagge sono ancora invase dai detriti della mareggiata e il Comune sta dialogando con i Bagni Marini per il da farsi.

A Finalpia la corrente elettrica è tornata verso le 13 di martedì, ma non in tutte le strade: martedì sera molti lampioni erano ancora spenti e diversi condomini accusavano fino a tarda notte problemi di un afflusso di energia limitato, che creava alcuni disagi come le lampadine fioche e difficoltà di avvio di alcune caldaie per il riscaldamento.

Infine, diversi finalesi che per motivi di studio o di lavoro si recano spesso a Genova, hanno sollevato una problematica: "In caso di allerta meteo a Genova una delle prime misure precauzionali attivate è il divieto di utilizzo di parcheggi interrati. Come mai a Finalmarina un provvedimento così importante non è stato preso? L'unione di mare grosso e blackout elettrico (considerando che l'energia alimenta sbarre e ascensori) avrebbe potuto avere conseguenze disastrose".

A. Sg.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore