/ Attualità

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Attualità | sabato 10 febbraio 2018, 17:30

Il comitato Cittadini Stanchi: “Troppe morti premature ad Albenga. Chiediamo spiegazioni”

Il gruppo impegnato sul fronte della sanità e dell’ambiente chiede: “Vorremmo analisi approfondite sul territorio e che fossero resi pubblici i risultati”

Il comitato Cittadini Stanchi: “Troppe morti premature ad Albenga. Chiediamo spiegazioni”

Si sono svolti ieri pomeriggio, nella parrocchiale di Leca d’Albenga, i funerali di Enzo Capponi, commerciante ambulante.

Commentano i Cittadini Stanchi: “Enzo era un amico ed era un uomo di 50 anni appena compiuti. Non è giusto e non è possibile andarsene via così”.

Questa tragica vicenda offre lo spunto al gruppo dei Cittadini Stanchi per una considerazione: “Come mai ad Albenga si stanno moltiplicando in modo così frequente le morti premature?”

Prosegue il gruppo impegnato per il decoro e l’ambiente ad Albenga: “Il fenomeno nel nostro comprensorio è diffuso persino a livello infantile: pensiamo al nostro amatissimo ‘bomber’ Alessandro, che ci ha lasciati a soli 11 anni nel 2016, diventando il simbolo della lotta contro una brutta malattia. Ma pensiamo anche ai sempre più frequenti episodi nel comparto agricolo: il più recente in ordine di tempo lo abbiamo avuto con la perdita di Lucia Mulé, persona attiva in tante attività di promozione e valorizzazione della categoria”.

I Cittadini Stanchi, che spesso hanno intrapreso delle battaglie sul fronte della sanità pubblica, concludono con un appello: “Vorremmo che l’ARPAL o l’ASL effettuassero dei rilevamenti e delle analisi sull’acqua, sull’aria e nel terreno della Piana Ingauna e rendessero pubblici i risultati. Gli albenganesi devono sapere se vivono in un ambiente sano o no”.

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore