/ Politica

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Politica | 21 maggio 2018, 19:04

Bruzzone (Presidente dell’Associazione Albergatori di Varazze): "Ad Alassio votate Melgrati, votate contro la tassa di soggiorno"

"La nostra battaglia contro questa tassa sbagliata non è certo finita, anzi, è appena iniziata"

Bruzzone (Presidente dell’Associazione Albergatori di Varazze): "Ad Alassio votate Melgrati, votate contro la tassa di soggiorno"

La tassa di soggiorno divide sindaci categorie e territorio specie nella Riviera di Ponente. Molti i sindaci in Provincia di Savona che hanno deciso di applicarla, tra questi il sindaco di una delle città turistiche per eccellenza del ponente: Alassio.

Aveva affermato, infatti il sindaco e nuovamente candidato Enzo Canepa: “Abbiamo deciso di applicarla già da quest’anno per non tagliare fuori Alassio da questo progetto che riguarda tutto il comprensorio”.

Tra le contestazioni che gli sono state mosse su questo tema, però, proprio la decisione di applicare l’imposta già a partire da quest’anno e di non avere concordato tale decisione con le categorie (accusa, quest’ultima, che il sindaco ha sempre respinto).

A pronunciarsi oggi sul tema Andrea Bruzzone  Presidente dell’Associazione Albergatori di Varazze che afferma: “Parlo quale presidente dell’Associazionbe Albergatori di Varazze ma anche a titolo personale, quale addetto al turismo che ogni giorno lavora e s’impegna nel difficile compito di accogliere il turista in questa regione così votata al turismo, ma che spesso fa scelte in piena contraddizione con questa vocazione. L’introduzione della tassa di soggiorno nella nostra provincia è una di queste scelte: SBAGLIATA.SBAGLIATISSIMA.”

Precisa: “Sbagliata perché va inutilmente a colpire i nostri clienti migliori, quelli che rimangono presso le nostre strutture per più tempo, quelli che sono affezionati al nostro territorio, i nostri ospiti più qualificati. Perché i nostri comuni hanno bilanci sani, e non hanno bisogno di ulteriori entrate. Perché i nostri comuni avrebbero solo bisogno di più convinzione, condivisione  e idee per migliorare i loro  investimenti sul turismo (e non parlo di spese, ma di investimenti, perché i fondi spesi sul turismo portano inevitabilmente lavoro e sviluppo, e quindi sono investimenti). Perché l’economia del turismo della nostra provincia è debole, fragile, favorita in questo momento dalla difficile contingenza internazionale, ma penalizzata da linee di comunicazione e trasporti deboli, crisi delle nostre piccole strutture, mancanza di una politica turistica unitaria che non nascerà certo da una nuova tassa di soggiorno.”

Così la posizione contro la tassa di soggiorno si “trasforma” in posizione politica e per le prossime elezioni, ad esempio quelle di Alassio Bruzzone si schiera apertamente: “Ma la nostra battaglia contro questa tassa sbagliata non è certo finita, anzi, è appena iniziata. Il gruppo di amministrazioni che hanno deciso di adottare questa tassa è costituito da un’intesa fragile e minoritaria sul nostro territorio. Noi possiamo iniziare a cambiare, a reagire e a scalfire questa intesa improbabile. A giugno ci saranno le prime elezioni comunali in un comune importante per questa fragile intesa: Alassio. Io invito tutti gli operatori turistici di Alassio, e non solo gli albergatori, ma anche i commercianti, i ristoratori, i gestori di bagni marini,  tutti i loro dipendenti e tutti coloro che vivono di turismo a votare per Melgrati, il candidato sindaco che ha promesso l’immediata cancellazione di questa assurda tassa.

Prevedendo le accuse afferma: “So che mi si accuserà di fare politica, ed è così. Io faccio politica , ma non la politica dei partiti, quella degli ideali di destra o sinistra che, tra l’altro, di questi tempi, sembrano del tutto smarriti. Io faccio politica  sindacale, turistica, economica, come tutti noi che viviamo e amiamo la nostra città, il nostro lavoro e il nostro territorio. Non mi interessa di che partito sia il Signor Melgrati, mi interessa che egli sia contrario alla tassa di soggiorno e a favore del turismo. E quindi chiedo a tutti i miei colleghi di Alassio, a tutti quelli che amano il loro lavoro ed il turismo: votare Melgrati, votare contro la tassa di soggiorno e votare il turismo  La nostra battaglia contro questa tassa assurda inizia ad Alassio”. 

M.C.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium