/ Attualità

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Attualità | 15 gennaio 2019, 07:00

Fa tappa a Savona il tour dell'ex presidente Boldrini contro la violenza di genere: "Reagite e denunciate, non convivete con la violenza" (FOTO e VIDEO)

Oggi l'udienza che la vede di fronte al sindaco di Pontinvrea Camiciottoli, tra i temi trattati durante l'incontro nella sala Rossa del comune

Fa tappa a Savona il tour dell'ex presidente Boldrini contro la violenza di genere: "Reagite e denunciate, non convivete con la violenza" (FOTO e VIDEO)

A qualche ora dalla seconda udienza del processo che la vede opposta al sindaco di Pontinvrea Matteo Camiciottoli, l'ex presidente della Camera, l'onorevole Laura Boldrini ieri sera è stata accolta da una sala Rossa del comune di Savona gremita e pronta ad ascoltare le sue parole sul tema della violenza di genere. Argomento al centro degli attacchi ricevuti proprio dal primo cittadino leghista nel novembre 2017, che su Facebook, riferendosi agli stupri avvenuti un anno fa su una spiaggia di Rimini, aveva proposto di far scontare ai colpevoli i domiciliari “a casa della Boldrini, magari le mettono il sorriso”.

Ma non solo, si è concentrata sul ruolo della donna nella società, sull'occupazione femminile, le violenze subite: "E' un tema sentito, affrontato da donne e uomini insieme, questa è una tappa del mio tour in giro per l'Italia per raccogliere le istanze delle donne, le loro richieste, i loro bisogni. Mi è servito per fare una proposta di legge sull'occupazione all'imprenditoria femminile perchè volevo che fosse la risultanza di uno sforzo collegiale che veniva proprio dalle donne che ogni giorno vivono questi problemi sulla loro pelle. Ringrazio l'Udi e tutte le associazioni che hanno preso parte all'iniziativa" spiega Laura Boldrini.

"Non si può convivere con la violenza, non abbozzate, cercate di reagire, denunciate, rivolgetevi alla polizia postale, non è normale venire insultate, ci deve essere più consapevolezza - continua l'ex presidente della Camera che ha citato la lotta contro il "revenge porn" per una futura proposta di legge - certe pratiche sono veramente infami, ignobili, chiedo alle ragazze di non accettare ricatti, di non soccombere, spero che questa legge possa essere votata da tutte le forze politiche".

Luciano Parodi

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium