/ Politica

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Politica | 12 febbraio 2019, 14:45

Il gruppo Semplicemente Noli: "Inaccettabile l'ipotesi di sopprimere il Parco del Finalese"

I consiglieri nolesi Fossati, Repetto, Manzino: "Attiviamoci tutti finché siamo in tempo per fermare questa decisione insensata sotto ogni punto di vista: normativo, turistico, ambientale"

Il gruppo Semplicemente Noli: "Inaccettabile l'ipotesi di sopprimere il Parco del Finalese"

Annuncia il gruppo consiliare "Semplicemente Noli", rappresentato in Comune dai consiglieri Lucio Fossati, Ambrogio Repetto e Debora Manzino: "Con incredulità segnaliamo ed evidenziamo la notizia che, proprio ieri mattina, in Regione Liguria, la IV Commissione Territorio e Ambiente, ha votato la soppressione del parco del Finalese.

La Maggioranza che attualmente siede in Regione ha assunto una decisione del tutto incomprensibile, insensata e, sotto molti punti di vista; normativo, turistico e, soprattutto, ambientale assolutamente non lungimirante

Inoltre, tale decisione, è stata presa senza alcun rispetto e nemmeno senza alcun ascolto delle molte voci levatesi dalle associazioni ambientaliste, operatori economici, raccolta firme di moltissimi cittadini, albergatori del finalese; tutti fortemente contrari a questo provvedimento!

Ciò premesso come Gruppo di Minoranza SemplicementeNoli facciamo ben presente  che anche parte del territorio collinare Nolese è integrato nel Parco del Finalese e che, inevitabilmente, anche Noli subirà le varie conseguenze che questo provvedimento comporterà.

Fortunatamente però si è ancora in tempo per fermare tutto questo.

Infatti il testo dev’essere ancora portato in Aula di Consiglio Regionale per il voto definitivo.

Ci appelliamo, pertanto, all’attuale Amministrazione Nolese affinchè con idonei strumenti e nelle sedi opportune ed ufficiali eserciti la dovuta pressione, sia istituzionale che politica, affinchè, in Regione, venga ripensata e modificata detta decisione.  

Anche in questo frangente siamo disponibili ad eventuali iniziative che si vorranno intraprendere

per contrastare civilmente ma con fermezza questa assurda proposta di legge che non solo non salvaguarda ma neppure guarda e, quindi, nemmeno vede, l’esclusiva biodiversità del nostro territorio, attestando così una ben più pericolosa e preoccupante scarsa sensibilità verso quelle fondamentali e ineludibili tematiche ambientali".

Comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium