/ Eventi

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Eventi | 19 febbraio 2019, 12:00

Dal 23 al 24 febbraio a Taggia un viaggio nel passato con i Festeggiamenti di San Benedetto, ecco come vivere l'evento

Orari, luoghi e protagonisti di questa 39a edizione del tradizionale appuntamento che ogni anno richiama a Taggia migliaia di visitatori.

Dal 23 al 24 febbraio a Taggia un viaggio nel passato con i Festeggiamenti di San Benedetto, ecco come vivere l'evento

Fervono gli ultimi preparativi a Taggia in vista dell’imminente weekend dedicato alla rievocazione storica di San Benedetto (Sito e Pagina Facebook). Un evento che ogni anno richiama migliaia di visitatori da ogni dove e che sabato 23 e domenica 24 febbraio porterà nuovamente il pubblico in un vero e proprio viaggio nel tempo tra gli angoli suggestivi del centro storico tabiese, uno dei più belli d’Italia. 

Che cosa si potrà vedere in questa 39a edizione dei festeggiamenti dedicati al santo tabiese? La grande novità è rappresentata da ‘La disfida dei rioni’, prima edizione del trofeo. Appuntamento alle 15, in piazza Trinità con gli sbandieratori e la grande rievocazione della battaglia del 1625. Parteciperanno: La Compagnia del Lupo Rosso - Flos Ferri - I Grifoni con la partecipazione di: Associazione di ricostruzione storica "Archibugieri di Monferrato” ARSAM, Compagnia della Picca e del Moschetto (Novi Ligure), Associazione storico culturale Amaltea, Gruppo storico Giovanni De Reges, Milizia paesana di Grugliasco, Compagnia Santa Brigida, Compagnia d'armi Flos Duellatorum, Tercio De Medici. 

Domenica si procederà con la tradizione.
 Dalle 10 alle 13.30, le piazze ed i carruggi di Taggia torneranno indietro nel tempo con le ambientazioni di vita quotidiana di un’epoca che non c’è più. La particolarità e la ricchezza di questo spettacolo è garantita dagli attori, i tabiesi. Esatto, avete capito bene, ogni singola scenetta sarà animata grazie alle interpretazioni di persone comuni, in costume. Loro, al pari di attori professionisti, regaleranno la magica illusione di ritrovarsi nel passato di questo piccolo borgo. Sono la maestria ed il talento dimostrate da questi attori non professionisti ad aver reso famosi questi festeggiamenti. 

Inoltre, tra le 14.30 e le 16.15 in via Soleri e piazza Cavour ci sarà l’esibizione militare dei gruppi storici e degli sbandieratori. 

Infine spazio alla rievocazione, con la deliberazione dell’assemblea del popolo del 1625. Un momento suddiviso in due atti distinti: il corteo storico con le rappresentanze delle autorità dell’epoca. A partire dalle 15.30 presso la piazza del Colletto. Nella sfilata troveremo: i musici con costume del 1300; i rappresentanti del Senato Genovese con il commissario Jacopo Giustiniani; il Vescovo di Albenga Per Francesco Costa con la corte; il Gonfalone civico con scorta armata; il Podestà Sebastiano Centurione; il Priore Giovanni Ardizzone e gli Anziani del popolo Cristoforo Curlo, Pietro Revello, Gregorio Anfosso e Giò Vincenzo Ardissone; il Cancelliere Vincenzo Bertorello; i rioni con bambini, nobili, armigeri, cavalieri, servi. I rioni procederanno in quest’ordine: San Sebastiano, San Dalmazzo, Trinità, Pantano, Piazza Nuova, Orso, Santa Lucia, Pozzo, Paraxio. 


Ultimo atto, l’arrivo del corteo con la lettura delle delibere e le premiazioni. La cerimonia sarà tra le 16.30 e le 17.30 in piazza Cavour. 

Ad accompagnare questa due giorni di festeggiamenti ci sarà anche il tradizionale mercatino di prodotti tipici e dell’artigianato, con gli stand in piazza Eroi Taggesi, via Roma, viale Mazzini, sabato 23, a partire dalle 10 e domenica 24 febbraio, dalle 9.

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium