/ Politica

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Politica | 30 maggio 2019, 14:53

Il gruppo Spotorno che vorrei: "Maggioranza ormai del tutto delegittimata"

I consiglieri Bonasera e Spiga: "Numeri troppo risicati per la squadra di Fiorini, sarebbe un atto di buon senso dimettersi dopo l'estate"

Il gruppo Spotorno che vorrei: "Maggioranza ormai del tutto delegittimata"

Dice Francesco Bonasera del Gruppo Spotorno Che Vorrei: “L'ennesima rinuncia a ricoprire la carica di consigliere comunale da parte di un suo ex candidato è l'ulteriore dimostrazione di come Fiorini non rappresenti più un punto di riferimento per la città.

Ha seguito inutilmente la strada contorta di non accettare la rinuncia dei consiglieri primi non eletti della sua lista ed ha provato a farli nominare nella speranza che accettassero l'incarico. Questo ha portato esclusivamente a dilatare i tempi della ricomposizione del consiglio.

On-line sono innumerevoli i casi in cui, a seguito di una preventiva rinuncia del primo dei non eletti di una lista, si evita di surrogarlo in consiglio comunale per poi accettarne le dimissioni. Identica stonatura avvenuta con la surroga del Consigliere Iozzo per noi illegittima visto quanto disposto dall'art.28 del nostro regolamento comunale.

Aggiunge il capogruppo Salvatore Massimo Spiga: “Appare chiaro come la crisi dell'amministrazione Fiorini sia unica e molto più grave delle precedenti nel panorama spotornese. Ricordo infatti come il Sindaco Volpera, con un gesto di grande responsabilità, preso atto di non aver più la maggioranza diede le dimissioni, mentre il Sindaco Calvi grazie all'iniziativa del gruppo capeggiato proprio da Fiorini insieme ad un gruppo di minoranza fecero cadere l'amministrazione, senza l'adesione Gruppo Lega-Pdl. Oggi invece Fiorini ha fatto tutto da solo perdendo tra consiglieri ed assessori sei persone”.

"Un fatto grave che dovrebbe, almeno una volta, far scendere Fiorini dal piedistallo che si è costruito e dopo l'estate trarre le opportune conseguenze", proseguono i consiglieri Spiga e Bonasera.

“Va infatti tenuto conto come la posizione responsabile dei quattro consiglieri di minoranza hanno infatti evitato un nuovo commissariamento del Comune. Presumiamo infatti che a fronte di 7 dimissioni anche non contestuali e non surrogabili il Prefetto avrebbe potuto valutare un'eventuale fine anticipata della legislatura spotornese. Preso però atto che le elezioni sarebbero coincise con quelle regionali abbiamo evitato un commissariamento lungo 14 mesi circa.

L'unico atto responsabile di questa amministrazione, oramai giunta a contarsi ogni volta che sarà indetto il consiglio comunale, sperando che a nessuno della maggioranza venga il raffreddore, sono le dimissioni dopo la stagione estiva. Bonasera e Spiga concludono esaminando anche il voto alle europee “la situazione amministrativa spotornese si intreccia inevitabilmente con il risultato elettorale appena conclusosi. Il Centro Destra rappresenta il 52,3% dei votanti contro il 22,9% dei voti ottenuti dal PD che sostiene il Sindaco. Ragione in più per rassegnare le dimissioni dopo la stagione estiva.”

Comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium