/ Attualità

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Attualità | 23 aprile 2013, 14:23

CGIL, Ferrentino attacca: "Montaldo ha abbandonato il tavolo senza ragione"

Punto della discussione era la riorganizzazione dell'ospedale di Cairo Montenotte

Claudio Montaldo, assessore regionale alla Sanità: Ferrentino lo accusa di non voler rispettare gli accordi presi a dicembre

Claudio Montaldo, assessore regionale alla Sanità: Ferrentino lo accusa di non voler rispettare gli accordi presi a dicembre

"Ha abbandonato il tavolo delle trattative senza darci un perché". Brutta giornata per l'assessore regionale alla Sanità, Claudio Montaldo, che poche ore dopo essersi trovato in fondo al rating di Confartigianato tra gli assessori liguri, subisce l'attacco della CGIL savonese. A parlare è Ciro Ferrentino, che alla Funzione Pubblica del sindacato si occupa della sanità.

Qualche giorno fa si è tenuto un incontro a livello regionale tra le sigle sindacali e l'assessore. "In discussione c'era il rispetto dell'accordo firmato a dicembre, quando unitamente a CISL e UIL avevamo presentato un progetto sulla riorganizzazione della nostra ASL, dove tra le altre cose si prevedeva di trasformale l'ospedale di Cairo Montenotte, come progetto pilota, in ospedale territoriale", spiega Ferrentino. "Montaldo però è andato via con, secondo noi, delle scuse: questo è un fatto grave, che noi rivendicheremo con delle iniziative concordate a livello unitario".

Secondo l'accordo, che a questi punto parrebbe saltato, l'ospedale di Cairo verrebbe totalmente riorganizzato. Obiettivo, far sì che il nosocomio valbormidese abbia una propria connotazione: "Deve integrarsi col distretto, supportare le strutture territoriali per dare risposte ai cittadini valbormidesi - spiega Ferrentino - con tutte le problematiche che ci sono rispetto alle attività che ora sono dentro l'ospedale e che vanno maggiormente sviluppate per dare un servizio migliore".

A dicembre il progetto viene inserito nell'accordo e firmato dalle parti; ad aprile, al momento di discutere i dettagli operativi, Montaldo, dicono i sindacati, si alza e se ne va. "Non ci ha nemmeno dato una motivazione. Sembra che la Regione, ma anche la nostra ASL, non abbiano alcuna intenzione di riorganizzare seriamente il nostro sistema sanitario". E questa volta, secondo Ferrentino, non è una questione di risorse economiche che mancano. Non sarebbe colpa dei famigerati tagli, insomma: "Le risorse che abbiamo sicuramente sono poche, ma una riorganizzazione efficiente è la parola chiave. Dobbiamo partire da lì. Sicuramente ci vuole del coraggio per fare delle azioni che a volte sono anche impopolari dal punto di vista personale - ecco il duro attacco di Ferrentino a Montaldo - pensiamo però che degli amministratori debbano avere la responsabilità di assumersi l'onere di fare scelte scomode ma che vadano a favore dei cittadini".

E ora, quale sarà il futuro dell'ospedale di Cairo? I tre sindacati non si arrendono: "Stiamo organizzando una iniziativa forte, per sensibilizzare al rispetto dell'accordo. Non farlo sarebbe un fatto estremamente grave".

Andrea Chiovelli

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium