/ Economia

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Economia | 03 luglio 2019, 14:18

Piaggio Aero, fumata bianca dopo il vertice in Unione Industriali, commissario Nicastro: “Quando arrivano gli ordini dei veivoli i dipendenti tornano al lavoro”

Confermati i 167 milioni più 85 per la parte dei motori, a settembre rientreranno 30-35 lavoratori. Entro la metà del 2020 la probabile aggiudicazione dell'azienda

Piaggio Aero, fumata bianca dopo il vertice in Unione Industriali, commissario Nicastro: “Quando arrivano gli ordini dei veivoli i dipendenti tornano al lavoro”

Confermata la firma dei contratti su ricambi e revisioni motori per un valore di 167 milioni che daranno prospettiva e carico di lavoro nell’area motori per almeno 4 anni e rientro a settembre di 30/35 lavoratori della Direzione Tecnica in previsione degli ordini sui velivoli.

Queste le novità emerse dopo il vertice in Unione Industriali a Savona fra le segreterie, Rsu di Genova e Savona e il commissario di Piaggio Aereo Vincenzo Nicastro, richiesto per fare il punto dopo gli impegni presi dal governo nell’incontro al Mise del 20 Giugno.

Per settembre altri 96 milioni saranno riguardanti sempre il settore dei motori, entro ottobre si auspica la presenza dei 9 velivoli P180 in arrivo dal Ministero della Difesa e il retrofit di 19 velivoli attualmente operativi per 260 milioni e i P1HH per 160 milioni per un totale di circa 700 milioni.

"Le circa 40 manifestazioni di interesse sono state utilizzate per capire se la Piaggio Aero costituiva interesse per il mondo imprenditoriale del settore. Ci sarà un bando che prevederà tutta una serie di procedure che dovranno essere formalizzate, le offerte cauzionate presentate saranno valutate e si andrà verso la metà del 2020” spiega il commissario Vincenzo Nicastro.

"Piaggio Aviation (che conta 23 dipendenti) sarà posta in amministrazione straordinaria e in Cassa integrazione.

Il commissario ha ribadito che le manifestazioni di interesse sono un chiaro segnale di interesse per la Piaggio è che come da noi sollecitato più volte l’intenzione di trovare un acquirente che prenda l’azienda senza nessuno spacchettamento. 

Proprio per questo sollecitiamo nuovamente e con forza il Governo perché gli ordini sui velivoli porrebbero le condizioni positive per i lavoratori che rientrerebbero dalla Cassa (attualmente 527 di Piaggio Aero e circa 50 della LaerH) e porrebbero le condizioni ottimali di un’azienda complementare di alto interesse per investitori credibili" spiega Alessandro Vella, Fim CISL.

"Speravamo che la tempistica fosse più breve ma tutto si è allungato - continua Giovanni Mazziotta, Uilm - speriamo che non si perdano altri aerei, ci auguriamo che non se ne perdano altri".

Luciano Parodi

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium