/ Politica

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Politica | 28 gennaio 2020, 17:30

Alassio tra speranze e obiettivi estivi dopo la visita di Toti. Ma la burocrazia fa paura

Il vicesindaco Galtieri: "Pronti ad affrontare un discorso di protezione dell'arenile serio"; Balzola (AssoRistoBar): "Il Governatore sposa le nostre istanze, solo uniti si vince". Casella (Alassio Volta Pagina): "Incontro positivo, speriamo non sia passerella elettorale"

Alassio tra speranze e obiettivi estivi dopo la visita di Toti. Ma la burocrazia fa paura

Alassio, il giorno dopo la visita del Governatore Giovanni Toti, si è svegliata con un pizzico di speranza in più.

Il presidente della Regione Liguria, lo ricordiamo, era ospite del Caffé Balzola, dove ha ricevuto il prezioso riconoscimento del “Bacio d’Argento” per la promozione che ha saputo fare delle eccellenze liguri in Italia e non solo. Ad accompagnarlo, gli assessori regionali Gianni Berrino, Stefano Mai e Marco Scajola.

Ma l’evento ha costituito in realtà anche l’occasione per una tappa in sala consiliare e per fare il punto su quello che Toti ha chiamato “il tesoretto” da destinare alle somme urgenze post-maltempo. Una su tutte? L’arenile, naturalmente.

Quindi, il giorno dopo, “a bocce ferme” (per usare una metafora cara ad Alassio, capitale di livello mondiale nello sport delle bocce), come sono gli umori degli alassini?

Commenta così il vicesindaco Angelo Galtieri: “Assolutamente soddisfatto, ma leggermente preoccupato perché la burocrazia è complessa come hanno spiegato gli ingegneri intervenuti. Faremo un discorso di protezione dell’arenile serio. Si tratta di un lavoro grosso, quindi bisognerà capire come muoverci e soprattutto, prima di ogni altra cosa, bisognerà fare un progetto, perché senza progetti non si va da nessuna parte. Faremo presente ai progettisti che in termini di litorale le zone più colpite sono dal torrione all’hotel Milano, ma passo dopo passo la progettazione si estenderà a tutta la città. Questa è la zona non solo più critica, ma anche di maggior densità di popolazione”.

Soddisfazione è espressa anche da Carlomaria Balzola, che in questo caso parla non da curatore di quel meraviglioso evento che è stato il “Bacio d’Argento”, ma da presidente di AssoRistoBar, associazione cittadina nel campo della somministrazione: “La mia impressione è positiva. Sono stato felice di constatare che il Governatore ha sostenuto istanze delle quali noi ci facciamo portavoce da tempo: serve valutare insieme una proposta unica e coesa di tutte le categorie, per avere non un ripascimento ma un’opera di vera difesa dell’arenile. Solo così Alassio potrà riappropriarsi non solo sul breve raggio d’azione di una spiaggia importante, ma si potranno valutare offerte turistiche sulla lunga distanza, in un’ottica di valorizzazione della spiaggia in tutte le stagioni. Sulla spiaggia si possono proporre offerte turistiche, sportive, di passatempo, persino i gonfiabili, come si faceva una volta, realizzare parchi tematici per famiglie, o intrattenere i figli mentre i genitori si dedicano dallo sport allo shopping; insomma: una spiaggia al meglio giova a tutto il territorio, dal centro storico all’entroterra. Ma l’importante è lavorare tutti insieme per avere questo risultato, l’unione fa la forza”.

Un’ottica “possibilista” è quella del consigliere di minoranza Jan Casella (Alassio Volta Pagina): "Direi molto bene per il tavolo di ieri, nel quale l'amministrazione comunale, amministrazione regionale e le categorie hanno condiviso una roadmap non solo per salvare la stagione, ma per trovare una soluzione di tipo strutturale. L'unico dubbio che ho è che a mio avviso un tavolo come questo si sarebbe dovuto avere qualche anno fa. Stiamo parlando di un problema che non esiste da oggi, abbiamo dovuto subire due mareggiate (sulle quali, in questi mesi, peraltro, non sono mancate le 'stoccate' tra l'amministrazione cittadina e regionale). Bene, comunque, che le liti siano terminate. Adesso è ora di lavorare tutti insieme per dare una risposta rapida ma anche a lungo termine alla città, con soluzioni al 100% ecosostenibili che diano sicurezze all'abitato, al tessuto economico e posti di lavoro. Speriamo che tutto ciò sia l'inizio di un cammino concreto, non solo una passerella elettorale. Se ci sarà la volontà di fare, il nostro schieramento sarà pronto a collaborare con forza e con impegno".

Alberto Sgarlato

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium