/ Politica

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Politica | 26 maggio 2020, 13:03

Vaccarezza: "Serve garante sia per le persone sottoposte a misure restrittive, sia per chi ha subito un reato"

Le due proposte sono nel calendario odierno del Consiglio regionale

Vaccarezza: "Serve garante sia per le persone sottoposte a misure restrittive, sia per chi ha subito un reato"

"Giornata piena oggi, Consiglio regionale. Molti i documenti in calendario: fra questi, due ai quali tengo particolarmente: la Proposta di Legge n.17 all'istituzione del garante dei diritti delle persone sottoposte a misure restrittive della libertà personale, e la Proposta di Legge n. 245 all'istituzione del garante regionale per la tutela delle vittime di reato. Parrebbe una stonatura, parrebbero due figure antitetiche, ma non é cosi" commenta Angelo Vaccarezza, consigliere regionale di "Cambiamo!". 

"Ritengo infatti fondamentale l'istituzione, all’interno dell’organico regionale, di una risorsa umana deputata ad occuparsi del rispetto dei diritti delle persone recluse o comunque in condizione di limitazione della libertà personale. Altrettanto basilare la coesistenza di una figura che possa diventare un faro istituzionale ed imparziale a tutela degli interessi del cittadino vittima di reato, spesso lasciato solo in un momento molto delicato della proprio vita".

"Sono stato il proponente sia del ddl 17 sul garante dei detenuti che del 245 sul garante delle vittime di reato, unico consigliere regionale ad aver firmato entrambi i documenti, ho voluto che il mio nome ci fosse per sottolineare l’importanza di avere accortezza e sensibilità in momenti differenti, che purtroppo nella vita umana possono verificarsi". 

"L'ho detto e lo ripeto, il garante delle persone sottoposte a misure restrittive della libertà non è di sinistra, come il garante dei diritti di chi ha subito un reato non è di destra. Quando una persona rappresenta la cittadinanza, deve saper guardare oltre la tessera di partito, oltre l'appartenenza politica, e operare per colmare lacune e sostenere le fasce più fragili della società - conclude Vaccarezza - Questo deve accadere sempre guardando all'essere umano come tale, e non rispetto alle azioni compiute. Spero che i miei colleghi vorranno seguire il mio esempio, non solo votando i provvedimenti, ma apponendo anche le loro firme. Oggi Regione Liguria fa un passo avanti nella tutela e garanzia delle persone, per il bene di tutti". 

Comunicato stampa

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium