/ Politica

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Politica | 30 maggio 2020, 16:05

Finale, il consigliere Cervone passa in maggioranza: "Niente di sinistro o preordinato, raccolto l'invito del sindaco"

Avrà delega piena alla cultura ed ai palazzi e teatri storici: "Porterò avanti le battaglie presentate ai finalesi durante la campagna elettorale come il recupero del teatro Sivori"

Finale, il consigliere Cervone passa in maggioranza: "Niente di sinistro o preordinato, raccolto l'invito del sindaco"

Sarà ufficializzato durante il prossimo Consiglio Comunale di Finale il passaggio del consigliere Pier Paolo Cervone dai banchi dell'opposizione a quelli della maggioranza appartenente all'amministrazione Frascherelli. 

L'ex sindaco della cittadina rivierasca dal 1994 al 2004, storica firma del quotidiano "La Stampa" e autore di numerosi scritti dal carattere storico, ai nostri microfoni conferma quanto comunicato questa mattina dal gruppo "Finale in Movimento", annunciando anche l'assegnazione di una delega piena a cultura, palazzi e teatri storici.

In maggioranza troverà alcune sue vecchie conoscenze, come Clara Bricchetto e Franco De Sciora, ai tempi rispettivamente vicesindaco e assessore al fianco del Cervone primo cittadino, oltre a colui che all'epoca era ritenuto uno dei suoi papabili successori: "Al tempo Frascherelli non se la sentì - racconta Cervone -, ci ritroviamo oggi in quella che storicamente è stata la mia maggioranza per indirizzo politico". 

Una scelta che ha scatenato le ire degli altri membri del gruppo: "Non ho sciolto nessun movimento, tra l'altro creato da me stesso - afferma Cervone -, ho solo ritenuto opportuno accettare l'incarico cortesemente offertomi dal sindaco per potermi occupare di quelle battaglie che avevo indicato nel mio programma elettorale, come il recupero del Teatro Sivori. Di certo a 67 anni e dopo due mandati da sindaco non è mio interesse 'fare politica'".

Per alcuni finalesi però non si è trattato di un cambio del tutto inatteso o a sorpresa. Qualcuno addirittura dietro questa scelta ha intravisto un disegno politico ben preciso: "Mi sono speso in campagna elettorale per ottenere un risultato, non ci sono riuscito ma le intenzioni erano quelle di impegnarmi nuovamente in prima persona. Sono tornato in mezzo alla gente senza nulla di sinistro niente di preordinato o di organizzato. Spero di riuscire a portare avanti battaglie condivise da tutti i finalesi, che mi conoscono e sanno come non sia mai stato uno con qualcosa di torbido. Se poi qualcuno ci vede qualcosa di strano, per me così non è, anzi. Potrò essere più utile anche per i miei elettori stando in maggioranza, e se riuscirò ad ottenere i risultati auspicati potranno esserne contenti anche loro".

Dalle prossime settimane il nuovo consigliere di maggioranza tornerà così ad impegnarsi per il governo della sua città, con intenti già ben chiari: "Dopo la rivalorizzazione del complesso di Santa Caterina e del Teatro Aycardi in Finalborgo vorrei completare la mia lunga esperienza con il Sivori, perchè ritengo sia fondamentale per la città e degno per chi quel teatro lo ha voluto, impegnarsi per riaprirlo al pubblico".

Mattia Pastorino

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium