/ Attualità

Attualità | 16 giugno 2020, 17:15

Danni della mareggiata a Vado: rimarrà chiusa la spiaggia libera attrezzata

Sarà completamente chiuso al pubblico anche il tratto di arenile compreso tra la struttura servizi della spiaggia libera attrezzata comunale e lo stabilimento balneare “Bagni Karibu” (quest'ultimo regolarmente aperto)

Spiaggia Vado repertorio

Spiaggia Vado repertorio

Continuerà ad essere chiuso al pubblico a Vado Ligure il tratto di arenile della spiaggia libera attrezzata comunale compreso tra la struttura servizi e lo stabilimento balneare “Bagni Colton Bay”.

Questa la decisione del sindaco Monica Giuliano che lo ha stabilito con un'ordinanza che sarà valida fino al 31 luglio.

"La spiaggia infatti per risultare accessibile in modo agevole e sicuro, necessita di interventi di riorganizzazione degli ingressi e che, anche in ragione delle precarie condizioni dell’edificio servizi e dell’inagibilità del tratto di arenile danneggiato dalle mareggiate (cioè il tratto compreso tra la struttura servizi e lo stabilimento balneare “Bagni Karibu”), per rendere utilizzabile come spiaggia libera la restante porzione di spiaggia lato ponente è indispensabile, oltre al corretto assolvimento degli obblighi del concessionario, che il sito sia adeguatamente attrezzato e presidiato, al fine di evitare pericolosi accessi di persone agli spazi che restano comunque interdetti ed esercitare la sorveglianza sul rispetto della disciplina di prevenzione e contenimento del rischio epidemiologico prevista delle pertinenti linee guida e dall’ordinanza balneare" spiega il comune nell'ordinanza. 

Il comune infatti, non sarebbe in grado di assicurare le condizioni di sicurezza e quindi ha optato per la chiusura del tratto.

Sarà completamente chiuso al pubblico anche il tratto di arenile compreso tra la struttura servizi della spiaggia libera attrezzata comunale e lo stabilimento balneare “Bagni Karibu” (quest'ultimo regolarmente aperto).

"Abbiamo fatto una serie di interventi per mitigare il rischio di pericolosità per la strada, per le persone e per la struttura, il nostro auspicio è che venga appaltato al più breve tempo possibile il progetto delle dighe soffolte per far sì che la situazione torni alla normalità" spiega il vicesindaco e l'assessore ai lavori pubblici Fabio Gilardi.

Luciano Parodi

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium