/ Attualità

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Attualità | 08 luglio 2020, 20:00

Finale, passa in Consiglio Comunale il bando per le alienazioni: nel 2021 una nuova proprietà per l'ex Albergo Roma?

La variazione approvata in Consiglio Comunale. E tra gli immobili torna la struttura del Borgo. Guzzi: “Nuove fonti di finanziamento per mantenere gli equilibri di bilancio e per il supporto a imprese e famiglie"

Finale, passa in Consiglio Comunale il bando per le alienazioni: nel 2021 una nuova proprietà per l'ex Albergo Roma?

Approvata dal Consiglio Comunale di Finale la variazione del piano delle alienazioni all'interno del piano delle opere nel triennio 2020-2022. Si tratta di un'anticipazione sul piano vero e proprio che arriverà tra circa un mese, con tante vecchie conoscenze e alcune new entries nell'elenco dei beni che il Comune di Finale propone di cedere per trovare nuove risorse dopo l'emergenza Covid19 e gli effetti importanti che questa ha avuto sulle casse comunali.

L’idea dell’Amministrazione Frascherelli è quella di utilizzare le consuete fonti di finanziamento degli investimenti, ossia gli oneri, per gli equilibri di bilancio, messi in sofferenza causa Covid19, e per i supporti ad attività produttive e famiglie, colpiti duramente dalla situazione sanitaria che stiamo ancora vivendo. Quindi subito la ricerca di nuove fonti per andare avanti con i necessari lavori nel paese.

Un terreno in piazza della Lira, un locale commerciale in piazza del Tribunale, un piccolo alloggio in piazza Garibaldi e uno in piazza Deledda Finalborgo, un magazzino nel cuore di Finalmarina, un bosco a Finalpia, due reliquati stradali a Marina e Perti e alcuni terreni tra Calvisio e Gorra sono solo alcune delle opere di cui l'amministrazione finalese vorrebbe liberarsi.

Queste per l'anno corrente, mentre per il 2021 si parlerà del tanto chiacchierato ex Albergo Roma: "Abbiamo portato avanti nel tempo il discorso effettuando sopralluoghi con persone fisiche e realtà societarie importanti legate al mondo del settore alberghiero e turistico - ha affermato il vice sindaco durante la seduta del Consiglio -. Parliamo dell'anno prossimo, vediamo se andrà avanti il discorso che comunque dovrà passare per un avviso pubblico".

Il vice sindaco Guzzi illustra l’indirizzo della maggioranza: “Stiamo riscrivendo il bilancio a causa del Covid19, con l'intenzione di utilizzare gli oneri di urbanizzazione, solitamente usati per investimenti, per gli equilibri di bilancio e i supporti alle attività e alle famiglie. Per finanziare gli investimenti quest'anno useremo prevalentemente risorse provenienti da alienazioni e monetizzazioni, questo perché la macchina comunale non può e non deve fermarsi, la manutenzione deve continuare ed anzi crescere maggiormente. Con queste fonti continueremo il lavoro su strade, asfalti, immobili e molto altro".

"Questa è una scelta razionale, dettata dalla situazione straordinaria e che come Amministrazione riteniamo essere la più meritevole ed opportuna. Purtroppo la minoranza non è di questo avviso: addirittura il consigliere Cileto invita a non usare oneri, invita a non alienare, per natura ed appartenenza politica boicotta l’edilizia quindi nessun introito per i Comuni, quindi evidentemente pensa che le uniche fonti possano essere quelle di aumentare le tasse? Ennesima dimostrazione di votare contro solo per il gusto di farlo, senza proposte concrete, perché non ve ne sono” conclude Guzzi.

Mattia Pastorino

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium