/ Politica

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Politica | 31 ottobre 2020, 12:00

Consiglio comunale a Spotorno, critiche le minoranze: "E' indispensabile prevedere dei fondi per aiutare imprese e famiglie, il sindaco non accetta consigli"

Marcenaro e Bonasera: "Ha preferito invece destinare 840mila euro agli 'asfalti elettorali', ripetendo il più datato cliché della politica nazionale, lui che si era presentato come il nuovo avanzante"

Consiglio comunale a Spotorno, critiche le minoranze: "E' indispensabile prevedere dei fondi per aiutare imprese e famiglie, il sindaco non accetta consigli"

Ieri sera si è svolta a Spotorno la seduta del Consiglio Comunale parte in presenza parte in remoto e con diretta streaming su YouTube. Per le opposizioni erano presenti i Consiglieri Matteo Marcenaro di Spotorno Nel Cuore e Francesco Bonasera di Spotorno Che Vorrei.

"All’apparenza, visto l’ordine del giorno, avrebbe dovuto essere un consiglio comunale “tecnico” ma le variazioni di bilancio “assurde” e dal sapore prettamente elettorale hanno fatto sollevare più di una perplessità. Infatti, in questo momento è indispensabile prevedere dei fondi per aiutare imprese e famiglie, e farlo celermente, ed i consiglieri di opposizione hanno invitato il Sindaco ad attivarsi in quanto non vi è una “futura emergenza” ma l’emergenza è oggi" il commento dei due consiglieri di minoranza. Bonasera e Marcenaro hanno invitato a non ripetere gli errori fatti durante la prima fase nella quale solo a seguito delle battaglie e delle richieste fatte, dai tre gruppi di opposizione, il Sindaco, ha disposto azioni a favore di imprenditori e famiglie spotornesi.

"Purtroppo ancora una volta durante la seduta il Sindaco ha provato a distorcere la realtà, Fiorini, infatti, ha avuto l’arroganza di dire che le minoranze, nel marzo scorso, proposero solo interventi a pioggia. Mentre come suo solito si è “dimenticato” di dire che nel consiglio comunale del 6 aprile 2020 dichiarò che le categorie economiche incontrate non gli avevano sollecitato particolari aiuti. Peccato invece che gli stessi imprenditori a Spotorno come in tutta Italia avevano ed hanno bisogno di aiuti tangibili, aiuti che allora andavano chiedendo a gran voce e che solo dopo le nostre richieste presentate per l’ennesima volta nel consiglio informale del 6 aprile 2020 il Sindaco si decise a concedere" proseguono i due consiglieri di minoranza.

"Per venire incontro alla “minaccia” del Sindaco di rendere pubbliche le nostre richieste, “minaccia” che non ha potuto attuare nel Consiglio di ieri non avendo più trovato la nostra lettera, e già questo la dice lunga sia sul contenuto della stessa che sul rispetto che lui porta ai consiglieri comunali ed agli operatori economici, riportiamo qui di seguito uno stralcio delle nostre richieste a sostegno del tessuto imprenditoriale della nostra comunità: “1 – cancellazione per le aziende coinvolte e per il periodo di obbligo di chiusura, di tutte le tasse comunali quali Tosap e tassa sul suolo pubblico; 2 – cancellazione per le aziende coinvolte e per il periodo di obbligo di chiusura, della Tari (per i minori servizi fruiti e il minor conferimento in discarica); 3 – gratuità del suolo pubblico per gli ampliamenti dei dehor necessari a rispettare le distanze; 4 – sospensione per il 2020 della tassa di soggiorno; Per queste iniziative indicammo, sempre nella comunicazione “irreperibile” dal Sindaco, le risorse da utilizzare a copertura" proseguono Bonasera e Marcenaro.

"Ci è quindi spiaciuto che ancora una volta il Sindaco non abbia voluto accettare il suggerimento di dare priorità al sostegno per famiglie e imprese spotornesi, accantonando immediatamente le risorse che potrebbero rendersi necessarie in vista delle prossime settimane (scelta già fatta da altre amministrazioni) lui ha preferito invece destinare 840.000 euro agli “asfalti elettorali”, ripetendo il più datato cliché della politica nazionale, lui che si era presentato come il “nuovo avanzante”. In chiusura il consigliere Bonasera ha richiesto al Sindaco di operare in concerto con le opposizioni, tramite la conferenza dei capigruppo, per affrontare l’emergenza chiedendo non di essere informati ma coinvolti" concludono.

Comunicato Stampa

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium