/ Economia

Economia | 31 marzo 2021, 16:37

Correttori posturali: che cosa sono e a che cosa servono

Forse chi soffre di mal di schiena, dolori alla cervicale o simile potrebbe avere già sentito parlare di correttori posturali, mentre altri non sanno proprio di che cosa si tratta e qual è il loro scopo

Correttori posturali: che cosa sono e a che cosa servono

Forse chi soffre di mal di schiena, dolori alla cervicale o simile potrebbe avere già sentito parlare di correttori posturali, mentre altri non sanno proprio di che cosa si tratta e qual è il loro scopo. I correttori posturali sono dei dispositivi indossati per correggere la postura. Al giorno d’oggi adulti e bambini trascorrono la maggior parte del tempo seduti a una scrivania o a un banco di scuola senza però assumere una posizione neutrale e corretta della spina dorsale. Questo accade anche nel tempo libero stando sul divano a leggere, guardare la tv, digitare sullo smartphone con molteplici conseguenze negative.

Che cos’è il correttore posturale

Secondo gli ultimi studi, sono oltre il 60% le persone che passano l’intera giornata lavorativa alla scrivania davanti allo schermo del computer senza preoccuparsi della postura. Questo causa mal di schiena, collo teso, dolori lombari e altri problemi di salute. La buona notizia è che la situazione è reversibile; diventando più consapevoli e informati sul problema, si possono predisporre delle soluzioni facili ma altrettanto efficaci proprio come il correttore posturale. Si tratta quindi di un dispositivo indossabile nella parte alta della schiena comodo e imbottito che aiuta a mantenere il corretto allineamento della spina dorsale.

Invece di stare ricurvi con il collo e le spalle verso il basso distribuendo male il peso sui dischi vertebrali, il correttore posturale aiuta a mantenere la colonna vertebrale ben eretta in una posizione neutra prevenendo conseguenze negative.

A che cosa serve

Lo scopo del correttore della postura è mantenere la schiena nella corretta posizione per tutto l’arco della giornata, sia al lavoro che nel tempo libero. Sono davvero molteplici i benefici che si ottengono grazie ai correttori posturali, iniziando ovviamente con l’alleviare dolori e tensioni a collo, schiena, spalle, lombare. Mantenendo la schiena perfettamente dritta e scaricando il peso nel modo corretto, si può per sempre dire addio anche al mal di testa che spesso accompagna il dolore alla schiena e alla cervicale.

Chi inizia a utilizzare un correttore, nota anche un aumento dei livelli di energia, evitando di tornare a casa dopo le otto ore d’ufficio stanco e distrutto potendosi così dedicare agli hobby, alla casa, alla famiglia. Una corretta postura ha il potere di contribuire al benessere psicofisico in generale. I benefici, infatti, vanno ben oltre visto che la postura corretta aiuta a diminuire i livelli di stress, migliora la respirazione e incrementa le performance durante l’attività fisica.

Potrebbe sembrare poca cosa, ma basta davvero un correttore per la postura per raggiungere una serie di benefici che riguardano la salute psicofisica. Chi assume una corretta postura, trae vantaggi e benefici inimmaginabili prima. Evitando di stare curvi sulla scrivania, ma tenendo le spalle indietro e il petto ben aperto, la respirazione migliora e quindi il sangue si arricchisce di ossigeno, migliorando tutte le funzioni corporee. L’organismo funziona meglio, ha più energia migliorando le funzioni cognitive come la concentrazione e la produttività sul posto di lavoro.



Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium