/ Economia

Economia | 21 luglio 2021, 07:00

Il cappello di paglia è la tendenza dell’estate. Quale modello scegliere?

E' un accessorio imprescindibile del look moda mare 2021. Inoltre, è un ottimo alleato per ripararsi dal sole nelle ore più calde in città: ecco qualche suggerimento per scegliere e abbinare questo accessorio

Il cappello di paglia è la tendenza dell’estate. Quale modello scegliere?

Il cappello di paglia rappresenta un must-have per la stagione estiva; ne esistono diversi tipi, ma ci sono alcuni modelli imperdibili. Ecco quali sono le tendenze di quest’anno.

Cappello di paglia: le tendenze estate 2021 

Nella stagione estiva 2021 vedremo di tendenza i seguenti modelli di cappelli in paglia:

• paglia a tesa larga: si presenta in colori neutri, dal bianco al nero, ma si può trovare anche in versioni più shocking dai colori accesi. Puoi acquistarlo con o senza fascetta in contrasto. È ideale per il tempo libero, per le gite fuori porta e per tutte le occasioni in riva al mare

• paglietta: un’icona del mondo dei cappelli, dalla cupola dritta e piatta, si può portare anche con la falda rivolta verso l’alto

• cloche: nata con una forma a campana e formata da un materiale rigido come il feltro, negli anni si è impreziosita arricchendosi con nastri e decorazioni. In questa stagione si trova in composti naturali come la paglia e la rafia. Si sposa bene con un abbigliamento vintage o con abiti che richiamano gli anni ‘20

• visiera: con questo prototipo, la testa rimane scoperta. Infatti, la funzione di questo modello è quella di proteggere il volto e gli occhi dai raggi solari. Ideale per chi non ama i cappelli, è molto pratica, adatta alla spiaggia ma anche a visite turistiche

Quando indossare un cappello di paglia? 

Il cappello di paglia  Infatti, stiamo parlando di un materiale eccellente perché fa traspirare attraverso la trama del suo intreccio.

Ecco qualche suggerimento su come abbinare questo accessorio:

• per un outfit da città puoi optare per dei pantaloni culotte morbidi abbinati a un top

• in una serata o un evento importante, punta sull’abito lungo insieme ad una borsa di paglia e un paio di sandali gioiello

• se vuoi creare un classico mood da spiaggia, ti basteranno degli occhiali da sole, un bikini e un copricostume per avere un look semplicemente invidiabile

Per completare il tutto, non possono mancare le borse da mare!

Cappello di paglia: quali sono le sue origini? 

La storia del cappello di paglia ha delle origini molto lontane: veniva usato, fin da tempi antichi, dalle popolazioni rurali che lavoravano nei campi, che lo indossavano per proteggersi dal sole. 

Tuttavia, solo nel diciannovesimo secolo questo accessorio è divenuto una moda, sia femminile che maschile.

Ad ogni modo, come ogni oggetto di vestiario, è nato per rispondere ad alcune esigenze, in particolare:

• combattere le condizioni climatiche e ambientali sfavorevoli

• esprimere la caratterizzazione sociale, lo status

Per quanto riguarda i luoghi di diffusione, la città italiana nella quale si è concentrata maggiormente la produzione di questi oggetti è Firenze. Infatti, per tutto l’ottocento i cappelli venivano prodotti dagli artigiani fiorentini. Essi navigavano poi lungo il fiume Arno e i suoi canali per raggiungere il porto di Livorno e imbarcarsi in tutto il mondo.

Oggi il cappello di paglia rappresenta un accessorio ricercato, un sinonimo di eleganza che viene utilizzato principalmente nella stagione estiva. Inoltre è considerato un elemento irrinunciabile nel guardaroba per le sue caratteristiche di leggerezza e traspirabilità.

Come scegliere il modello giusto di un cappello di paglia? 

Per acquistare il modello giusto di un cappello di paglia, ci sono alcuni fattori che devi tenere in considerazione:

• misura: scegliere taglia corretta di questo accessorio è molto importante. Per farlo, ti basta misurare la circonferenza della testa posizionando il metro appena un centimetro sopra le orecchie e verificare se il negozio dove vuoi effettuare l’acquisto possiede una sua tabella di taglie di riferimento

• bordo: per assicurare una protezione dai raggi UV, deve avere uno spessore di almeno 10 centimetri 

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium