/ Eventi

Eventi | 23 gennaio 2023, 07:28

Giorno della Memoria, l'Aned presenta il libro "Il dovere di testimoniare, 1943-1945 una scelta politica"

Domani, martedì 24 novembre, alle ore 17.30 presso la sala convegni dell'Unione Industriali della Provincia di Savona

Giorno della Memoria, l'Aned presenta il libro "Il dovere di testimoniare, 1943-1945 una scelta politica"

Martedì 24 gennaio alle ore 17,30, presso la sala convegni dell'Unione Industriali della Provincia di Savona, verrà presentato il libro scritto dalla presidente emerita dell'Aned Maria Bolla "Il dovere di testimoniare, 1943-1945 una scelta politica". 

"Voglio ringraziare per la disponibilità e il patrocinio dell'Unione Industriali, il presidente Angelo Berlageri e il direttore Alessandro Berta - ha dichiarato il presidente dell'Aned di Savona Imperia Simone Falco - La settimana che si accinge ad iniziare vedrà numerose iniziative organizzate dalla nostra sezione con il patrocinio del comune di Savona e della Provincia, oltre al Comitato Antifascista e dell'Ufficio Regionale Scolastico, tra queste presenteremo il libro che rappresenta il testamento storico e politico della nostra ex presidente". 

"Il Giorno della Memoria, come ha ricordato il presidente della Repubblica Sergio Mattarella 'deve far riflettere soprattutto le future generazioni, per prevenire e condannare ogni genere di razzismo, di antisemitismo e discriminazione e di intolleranza'. Sono memoria tutte le biografie dei testimoni della deportazione e dell'annientamento nei campi di sterminio nazisti, la trasmissione orale di vita e di esperienza, nonché i libri di Primo Levi, di Liana Millu e di storici illustri...".

"Con la pubblicazione di questo libro l'Aned ha voluto aggiornare le testimonianze dei deportati della provincia di Savona e Imperia, perseguitati per motivi politici e razziali dopo l'8 settembre 1943, inserendo al suo interno il prestigioso contributo storico del professor Giuseppe Milazzo che, a giudizio unanime dell’associazione, legittima la serietà del nostro impegno". 

"Per oltre 80 anni i sopravvissuti hanno raccontato alle future generazioni la loro esperienza nel lager, ricordando allo stesso tempo i propri compagni: 'sommersi"nell'inferno del Kz, uccisi dalla delirante ideologia nazifascista basata su grottesche teorie razziste e antisemite che aveva inghiottito milioni di vittime innocenti nel 'buco nero di Auschwitz'". 

"La pubblicazione di questo libro è legato al fondamentale lavoro svolto da Liliana Millu e da Rosario Fucile: negli anni 80 realizzarono la prima edizione del volume 'Dalla Liguria ai campi di sterminio", arricchita dal fondamentale lavoro di Italo Tibaldi, partigiano e sopravvissuto a Mauthausen e Ebensee, che era riuscito a ridare un nome agli oltre 40 mila deportati che furono mandati a morire dai nazisti con la fattiva collaborazione dei fascisti della RSI nei campi nazisti". 

"In particolare nel volume vengono ricordati i grandi scioperi del 1 marzo 1944, organizzati dal CLN Alta Italia, che videro aderire migliaia di lavoratori degli stabilimenti a Savona e nella Provincia. Per quella scelta politica gli stessi lavoratori furono arrestati direttamente in fabbrica la mattina del 1 marzo e deportati e uccisi a Mauthausen e nei 49 sottocampi". 

"Proprio per tale motivo, quest'anno, dopo tre anni di pandemia, ritornerà il Viaggio della Memoria in visita ai campi di sterminio in Germania e in Austria, dal 4 al 8 maggio, dove gli studenti degli Istituti Superiori delle due provincie partecipanti al concorso Aned, parteciperanno alla Cerimonia Internazionale a Mauthausen per ricordare la Liberazione dell'ultimo campo di sterminio", conclude il presidente Falco. 

Comunicato stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium