/ Agricoltura

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Agricoltura | lunedì 19 gennaio 2015, 10:00

Sanremo: grande successo al Villaggio dei Fiori dell'incontro dedicato alla cucina vegetariana e vegana.

Un pubblico numeroso e attento ha seguito le lezioni degli Chef ed i commenti di Libereso Guglielmi

Il Villaggio dei Fiori di Sanremo, ha ospitato il primo incontro nazionale "Il prato nel piatto" dedicato agli chef professionisti, che hanno scelto di proporre nei loro ristoranti menù e piatti vegetariani e vegani.

Di fronte ad un pubblico numeroso, proveniente diverse regioni, oltre che dalla Liguria e dalla provincia di Imperia, le cuoche protagoniste della giornata, si sono alternate spiegando le proprietà delle erbe ed i segreti delle ricette, che i partecipanti hanno potuto degustare ed apprezzare. L'incontro con la presenza di Libereso è stato coordinato dal giornalista Claudio Porchia, ed è stato il primo corso di un calendario d'incontri, che saranno presto pubblicizzati.

Fra i relatori si sono alternati ai microfoni ed ai fornelli:

* Beatrice Calia, chef "erbana" di cucina Natural Green. I suoi piatti rappresentano appieno la filosofia di arte culinaria naturale di Bea, evoluzione della ricerca di equilibrio tra salute, nutrimento e piacere, nel pieno rispetto della natura e della sua salvaguardia. I suoi piatti - frutto
dell'esperienza nutrizionale e della cultura alimentare ed erboristica acquisite nel tempo - hanno colori intensi e sapori semplici, sono belli da guardare e buoni da gustare;

Comunicato stampa, Un prato nel piatto1 messaggio

Da:

zemweb@gmail.com per conto diEdizioni Zem

A:

EDIZIONI ZEM

9:40

Sanremo grande: successo al Villaggio dei Fiori dell'incontro dedicato alla cucina vegetariana e vegana.


Un pubblico numeroso e attento ha seguito le lezioni degli Chef ed i commenti di Libereso Guglielmi

Il Villaggio dei Fiori di Sanremo, ha ospitato il primo incontro nazionale "Il prato nel piatto" dedicato agli chef professionisti, che hanno scelto di proporre nei loro ristoranti menù e piatti vegetariani e vegani.

Di fronte ad un pubblico numeroso, proveniente diverse regioni, oltre che dalla Liguria e dalla provincia di Imperia, le cuoche protagoniste della giornata, si sono alternate spiegando le proprietà delle erbe ed i segreti delle ricette, che i partecipanti hanno potuto degustare ed apprezzare. L'incontro con la presenza di Libereso è stato coordinato dal giornalista Claudio Porchia, ed è stato il primo corso di un calendario d'incontri, che saranno presto pubblicizzati.

Fra i relatori si sono alternati ai microfoni ed ai fornelli:

* Beatrice Calia, chef "erbana" di cucina Natural Green. I suoi piatti rappresentano appieno la filosofia di arte culinaria naturale di Bea, evoluzione della ricerca di equilibrio tra salute, nutrimento e piacere, nel pieno rispetto della natura e della sua salvaguardia. I suoi piatti - frutto
dell'esperienza nutrizionale e della cultura alimentare ed erboristica acquisite nel tempo - hanno colori intensi e sapori semplici, sono belli da guardare e buoni da gustare;

* Sara Samuel  ha proposto alcune interessanti preparazioni della cucina vegana con la canapa, in particolare una deliziosa piadina con tapinambour e carote ed alcuni  biscotti originali e molto gustosi;

* Terry Prada del Ristorante Busciun di Castelvittorio di Imperia, che ha parlato della cucina dell'entroterra, spiegato la ricetta del turtun, che ha proposto in tre versioni, una tradizionale  ed una con cavolo nero e porri cotta nel forno a legna e infine una  una vegana senza
niente uova e formaggio;

* Carlotta Ferrotti dell'associazione Re Mida di Bologna ha parlato del riuso creativo dei materiali di scarto aziendale ed in particolare dell'esperienze dell'associazione Re Mida di Bologna;

* Cristina Aprato, che nel  suo intervento ha parlato delle terapie di riequilibrio energetico, richiamando l'attenzione dei partecipanti, che il cibo nutre anche la nostra anima ed il nostro spirito;

*   Doriana Fraschiroli, dell'azienda agricola Castellarone di Montaldo, ha presentato alcune tisane realizzate con erbe officinali tipiche della Valle Argentina, prodotte  escludendo totalmente l' uso di qualsiasi sostanza chimica e utilizzando metodi che favoriscono e proteggono
la biodiversità animale e vegetale.


L'evento, organizzato dalla Direzione del Villaggio dei Fiori in collaborazione la casa editrice Zem di Vallecrosia, sarà riproposto nella prossima primavera, prevedendo una più ampia artecipazione di quanti hanno scelto un' alimentazione senza carne animale, che le statistiche danno in costante aumento

c.s.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore