/ Attualità

Spazio Annunci della tua città

Centralissimo vicinissimo mare in viale Martiri della Liberta` contratto transitorio non residente massimo 18 mesi...

Centrale via Aurelia n.91 a 80 metri mare con parcheggio pubblico a 15 metri contratto 6+6 negozio in ordine 60mq. e...

Centrale via Aurelia n.91 a 80 metri mare con parcheggio pubblico a 15 metri contratto 6+6 negozio in ordine 60mq. e...

Bellissimo Motore e frizione nuovo Sedili nuovi Stacco batteria Posti 2+2 porte estive Porte invernali ...

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Attualità | martedì 14 novembre 2017, 12:00

Alluvione un anno dopo, il sindaco di Calizzano Olivieri: "Alcune ferite sono ancora aperte, ma siamo soddisfatti del lavoro svolto"

"Con le risorse comunali e grazie ai finanziamenti ricevuti, siamo riusciti a porre rimedio ai danni in maniera importante" (#VIDEOINTERVISTA)

Una continua risalita dopo un evento alquanto drammatico. A quasi un anno dalla terribile alluvione (24-25 novembre), la nostra redazione ha incontrato il sindaco di Calizzano Pierangelo Olivieri per fare una panoramica sulla situazione attuale, ovvero, una disamina accurata sui lavori di ripristino portati a termine e su quelli ancora da cantierizzare. 

"Dopo le urgenze e i lavori per fronteggiare e limitare le conseguenze immediate, sia con le risorse comunali, sia (sopratutto) con i finanziamenti ricevuti dalla Regione e dal Dipartimento di Protezione civile, siamo riusciti a porre rimedio ai danni in maniera importante" racconta il primo cittadino di Pierangelo Olivieri. 

"Purtroppo alcune ferite sono ancora presenti sul territorio, ma una buona parte di interventi sono stati già eseguiti e portati a termine. In particolare - spiega - mi riferisco ai lavori che hanno interessato il ponte situato nel centro paese (la struttura aveva subito uno scanzamento importante) per la quale abbiamo ottenuto un contributo di circa 70 mila euro; al rifacimento con risorse comunali (35 mila euro) del ponte in località Vetria, riaperto alla circolazione una decina giorni fa; all'intervento riguardante la frana in via Pera che aveva provocato un danno ad una proprietà privata con una ordinanza di sgombero. Dopo la chiusura della via per un mese e la riduzione del transito per altri due, siamo tornati alla normalità in primavera". 

Ma non è tutto. "Danni notevoli sono stati registrati anche nel borgo a causa dell'esondazione dei rii Castello e San Rocco. In questo caso siamo intervenuti con gli interventi di urgenza. Purtroppo, la ferita è ancora aperta, poiché si parla di un cantiere ancora a cielo aperto. L'intervento strutturale sulla strada con l'accesso carrabile che porta al castello e sul rio omonimo è ancora da eseguire. Sul rio Castello abbiamo provato a presentare un progetto nell'ambito del piano dello sviluppo rurale e confidiamo di poter ottenere un finanziamento (l'esito della gara è previsto entro un mese circa). Danni ingenti sono stati registrati anche nelle frazioni di Mereta, Frassino, Vetria, Maritani e Barbassiria". 

I danni alluvionali hanno interessato il territorio comunale di Calizzano per oltre 5 milioni di euro; i finanziamenti ottenuti sono stati un milione e 200 mila euro. 

"Attualmente è in corso la gara per l'intervento strutturale al sistema idrico integrato - prosegue il primo cittadino - in particolare, per quanto riguarda le reti fognarie, sono state rimesse in ripristino ad inizio estate con l'eliminazione di tutti gli sversamenti in alveo".

Numerosi sono stati anche i cosiddetti danni indiretti che hanno interessato le Strade provinciali come la 490 Colle dei Giovetti (il traffico è tornato alla normalità) e la Sp 52 tra Bardineto e Calizzano con una frana in località Mereta (l'intervento è in fase di ultimazione). 

Discorso diverso per Sp 47 in località Valle. "Mercoledi prossimo è in programma un sopralluogo operativo con la vice presidente della Provincia - commenta il sindaco Olivieri - secondo quanto trapelato, dovrebbe essere possibile l'arrivo di nuove risorse dalle accise regionali, questo ci consentirebbe la primavera prossima di cantierizzare questo lavoro, previo qualche intervento di messa in sicurezza per la stagione invernale". 

"Questo è il quadro generale - conclude - si tratta di una panoramica alquanto complessa perché i danni sono stati veramente ingenti. Purtroppo non siamo riusciti ancora a porre rimedio a tutti danni, però mi posso ritenere soddisfatto del lavoro svolto sia dagli uffici comunali, sia dagli operai che operano sul territorio. Quando i vari enti lavorano in sinergia, qualunque risultato può essere centrato".

Graziano De Valle

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore