/ Attualità

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Attualità | 23 marzo 2018, 14:14

Anche Cosseria aderisce a "Firma e pesta" per il pesto patrimonio Unesco (FOTOgallery)

All'evento hanno preso parte la pro loco locale, gli alpini, i ristoranti, gli alunni della scuola e gli esponenti dell'amministrazione del Comune valbormidese

Anche Cosseria aderisce a "Firma e pesta" per il pesto patrimonio Unesco (FOTOgallery)

Cosseria aderisce all'iniziativa "Firma e Pesta". L'evento si è tenuto questa mattina presso la sede della Pro Loco. Come noto, l'iniziativa è stata promossa dalla Regione Liguria a sostegno della candidatura del pesto quale patrimonio Unesco.

All'evento hanno preso parte la pro loco locale, gli alpini, i ristoranti, gli alunni della scuola e gli esponenti dell'amministrazione del Comune valbormidese.

Commenta in una nota il sindaco di Cosseria Roberto Molinaro: "A causa del maltempo dei giorni scorsi l'evento di iniziativa Regionale Firma e Pesta ha avuto luogo questa mattina. Sotto la nuova tettoia del salone ristorante dell'Associazione Pro Loco di Cosseria è stato organizzato un evento la cui partecipazione rimarrà impressa per il resto della mia vita!". 

"Grazie a Regione Liguria e all'Associazione Palatifini per sponsorizzare la candidatura dell'arte di preparare il pesto col mortaio come Patrimonio Immateriale dell'Unesco, anche Cosseria ha voluto aderire, conciliando le tradizionali canzoni dei canti delle uova, cantate dai bambini del Nido, della Materna e anche suonate dagli alunni della Primaria (in tutto 115 bambini iscritti a Cosseria ma provenienti da altri comuni Valbormidesi) e la consegna delle uova da parte dell'Amministrazione Comunale agli alunni, con l'evento Ligure "Firma e Pesta". Evento che ha avuto come Pestimonial la Presidente dell'Associazione dei Giovani Industriali di Savona Valentina Spirito, accompagnata da Enrico suo fratello e socio della società Grafiche F.lli Spirito di Cosseria e dai loro dipendenti! Molte persone si sono prodigate nel cercare i loro mortai in marmo e addirittura preparati in legno come quelli del padre di Cristina. Ma la festa di "Firma e Pesta" è andata ben oltre perchè a tutti i presenti sono stati offerti i Lisotti col sugo di pesto, acqua e vino: il ristorante di Cosseria "Al Castello" ha preparato il sugo di pesto e la Pro Loco ha preparato impasto e cottura, con la farina offerta dal Molino di Millesimo Colla Gianni; il tutto innaffiato da un ottimo vino rosso offerto dall'Associazione Alpini di Cosseria e da acqua minerale per i minorenni". 

"L'entusiasmo di tutti i presenti grazie ai grembiuli verdi offerti dalla Regione che erano presenti nel kit per preparare il pesto e agli occhialini di carta verdi, ha creato una sorta di grande Famiglia, unita dalla voglia di preparare il pesto in un'atmosfera di assoluta allegria e spensieratezza accantonando per un breve periodo le preoccupazioni che ci accompagnano quotidianamente. Certo il pesto non risolve i problemi contingenti ma ha dato senz'altro una spinta morale ed una certa positività nell'affrontare la giornata. Lo scoop della Scuola Giorgio Gaiero grazie all'instancabile lavoro degli insegnanti che ringrazio con stima e affetto, è stato il balletto a sorpresa "Ciapa la Galeina", che ha coinvolto tutti i presenti. Di firme ne abbiamo raccolto oltre 300 e continueremo a raccoglierne, anzi se passate a Cosseria presso la farmacia o al ristorante al Castello o presso il Mercatino dell'usato a Lidora o a Carcare presso l'Oasi del Pane o presso il Comune, potrete apporre la firma per la candidatura all'Unesco, tutti possono firmare minorenni e stranieri poiché si richiede un riconoscimento a favore dell'umanità". 

"Ciò che mi preme enfatizzare è che grazie a questa festa, Cosseria ha dato un esempio di spontanea convivialità e collaborazione fra ristorante, Pro Loco e altre Associazioni come Avis, Mani di Fate e Coro Monteverdi, direi un unicum e per questo ringrazio i Presidenti Milena Armellino della Pro Loco e Gianfranco Sandini degli Alpini e Enrica Magliano e Roberto Pera gestori dell'alimentare ristorante e albergo "AL Castello" conclude il sindaco Molinaro. 

Graziano De Valle

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium