/ Economia

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Economia | venerdì 11 maggio 2018, 15:40

ATO unico, il Comitato Acqua Bene Comune: "Ci pensino i sindaci a trovare una soluzione"

Sul tavolo del dibattito anche la questione tariffazione di Ponente Acque. Il Comitato ABC dice "No al tutto in bolletta"

ATO unico, il Comitato Acqua Bene Comune: "Ci pensino i sindaci a trovare una soluzione"

Si svolgerà mercoledì 16 maggio, presso la “Casa dei Circoli, delle Culture e dei Popoli” di Ceriale, l’assemblea provinciale del Comitato Acqua Bene Comune (ABC). Uno dei temi al centro del dibattito sarà l’Ambito Territoriale Ottimale (ATO) Unico Savonese.

Ricordiamo infatti che la legge prevedrebbe un solo organo di controllo (ATO) per ciascuna provincia o, addirittura, su più province, concedendo al limite eventuali deroghe su territori particolarmente vasti. La provincia di Savona in questo momento è addirittura disgregata su tre ATO, scelta ritenuta non costituzionale, pertanto sarebbe opportuno prendere in esame delle fusioni (leggi QUI).

In merito, il Comitato ABC commenta: “Per l’ennesima volta risulta necessaria una nostra mobilitazione per sbloccare la situazione. I sindaci restano in attesa che le Società di Gestione (SCA, Ponente Acque e Depuratore di Savona) trovino un accordo tra di loro per costituire una società unica.

Dobbiamo dire con forza che sono i sindaci che devono trovare la soluzione, i Gestori e i loro presidenti (nominati, per altro dagli stessi sindaci) devono solo “eseguire” e lo devono fare nei tempi corretti ed utili. Sono nostri dipendenti!”

Un altro tema importante è quello della bollettazione: nell’ordine del giorno dell’incontro si legge infatti “Questione tariffe di Ponente Acque e Campagna contro il “Tutto in Tariffa” e per il trasferimento dei poteri di ARERA al Ministero dell’Ambiente Campagna per cancellazione dell’art. 81 della Costituzione (Pareggio di Bilancio) e l’inserimento dei Diritti Fondamentali (proposta di legge)”.

La seduta si concluderà analizzando le varie vie possibili per incamerare risorse che consentano di tenere in vita il Forum Acqua, dal 5x1000 in dichiarazione dei redditi a eventi come lotterie e altre forme di autofinanziamento.

Alberto Sgarlato

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore