/ Economia

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Economia | 14 giugno 2018, 15:44

Una Liguria "saggia" sa sfruttare e valorizzare le risorse europee

La nostra regione è la terza in Italia, dopo Lombardia ed Emilia Romagna, per i progetti legati ai contributi UE

Una Liguria "saggia" sa sfruttare e valorizzare le risorse europee

Liguria sempre più virtuosa per capacità di spesa delle risorse europee. Secondo l'ultimo report diffuso da Bruxelles, aggiornato a maggio, la Regione Liguria si piazza al terzo posto, subito dopo Lombardia ed Emilia Romagna, per il raggiungimento dei target di spesa fissati sui fondi Por Fesr 2014-2020, con un residuo da spendere del 31,7% - pari a 15,9 milioni di euro sui 50,1 milioni, obiettivo del 2018 -.

Regione Lombardia guida la classifica con un residuo da spendere, entro il 2018, del 21,9%, seguita dall'Emilia Romagna con il 26,7%. La Liguria, quindi, supera Regioni come il Piemonte – residuo di spesa del 37,7% -, la Toscana – 47,1%, il Lazio – 47,6%-, il Veneto – 46%-.

“Il risultato finora raggiuntocommenta l'assessore regionale allo Sviluppo economico Andrea Benveduti è decisamente molto positivo e dimostra quanto impegno questo assessorato e tutta la struttura abbiano messo per intercettare il maggior numero di risorse europee per reinvestirle sul territorio e supportare le imprese.

A luglio sarà aperto il bando per le imprese sociali, molto atteso, e contiamo, nel 2018, di superare il target di spesa annuale. La sfida è ora quella di utilizzare le risorse europee per stimolare le imprese a creare occupazione, in particolare rivolta ai giovani e per i prossimi anni a centrare obiettivi ancora più ambiziosi, che portino la Liguria a superare anche Regioni di maggiori dimensioni come l'Emilia Romagna”.

c.s.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium