/ Attualità

24 Ore

Cerca nel web

Attualità | 13 novembre 2018, 16:22

Le "maschere" del Forum Culturale di Borghetto ricevute in Vaticano dal Papa

Il sindaco Canepa: "L'attività del Forum Culturale è motivo di vanto e di orgoglio per tutta la nostra città"

Le "maschere" del Forum Culturale di Borghetto ricevute in Vaticano dal Papa

Il Centro Nazionale di Coordinamento Maschere Italiane, cioè l’entità nazionale che riconosce e legittima le maschere storiche dei vari comuni dello Stivale, ha accolto la volontà dell’associazione Forum Culturale di Borghetto Santo Spirito di rilanciare il carnevale borghettino e di presentare una propria maschera tipica.

Ma non è tutto: nella giornata del 7 novembre (anche se la cosa è stata condotta con grande discrezione attraverso la piattaforma Facebook dell’associazione), numerose realtà culturali italiane dedite alla tutela dei vari carnevali sono state ricevute in Vaticano da Papa Francesco I. Tra queste, anche la rappresentanza borghettina.

Non dimentichiamo, infatti, che il carnevale simboleggia un importante “momento di passaggio” nella vita religiosa cristiana cattolica: esso infatti è l’ultimo festeggiamento prima nell’ingresso nel periodo quaresimale, che impone morigeratezza fino all’arrivo della Santa Pasqua.

Il Forum Culturale di Borghetto, attraverso la propria pagina “social”, condivide appieno le parole espresse dal "Centro Coordinamento Maschere Italiane", che sottolinea: “Non siamo solo maschere di Carnevale, siamo personaggi e maschere che rappresentano un territorio, un paese, con le sue tradizioni e cultura che portano colore e sorrisi per coloro che li incontrano. Un modo diverso per far conoscere la cultura e il proprio paese anche ai più piccini”.

Parole di soddisfazione per questo importante momento della vita culturale e sociale di Borghetto sono espresse anche dal sindaco Giancarlo Canepa: “Per il Comune di Borghetto è un motivo di vanto e di orgoglio avere un Forum Culturale che oltre alla consueta e importantissima attività storica che ha sempre svolto e che continua a svolgere, è riuscito dar vita ad un percorso volto a valorizzare la tradizione delle maschere con la passione e dedizione che lo ha sempre contraddistinto”.

Alberto Sgarlato

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium