/ Cronaca

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Cronaca | 15 febbraio 2019, 11:36

Rapine alle farmacie di Albenga, i carabinieri “braccano” un italiano di 24 anni

Due furti in 15 giorni, prima in via San Michele e in via Milite Ignoto. Le forze dell’ordine ingaune hanno arrestato il giovane dopo un servizio di controllo sul territorio.

Rapine alle farmacie di Albenga, i carabinieri “braccano” un italiano di 24 anni

Si chiude il cerchio sui furti nelle farmacie di Albenga. Dopo la rapina dello scorso 30 gennaio nella rivendita di Via San Michele, ieri un ulteriore furto in via Milite Ignoto che ha portato all’arresto, da parte dei carabinieri della compagnia locale guidati dal Maggiore Sergio Pizziconi, di C.R., 24 anni, italiano, nato a Albenga e domiciliato ad Andora.

Il giovane rapinatore come accaduto nel precedente episodio, si è presentato nella farmacia con uno scaldacollo che copriva il volto e ha minacciato la dottoressa con un coltello facendosi consegnare 750 euro, stesso bonus operandi della spaccata di via San Michele (350 euro lo scorso bottino).

La dottoressa ha provato a inseguire il rapinatore ma le forze dell’ordine lo hanno prontamente braccato dopo che aveva cercato di disfarsi del coltello, buttandolo in un cortile. Dopo la perquisizione in casa in cui sono stati rinvenuti il giubbotto e il coltello del precedente furto, il 24enne, senza precedenti particolari, è stato arrestato e ha annunciato di voler confessare le due rapine davanti al Pubblico Ministero.

Si spengono quindi le polemiche politiche legate ad una mancanza di sicurezza sul territorio, i carabinieri ingauni da settimane stavano monitorando la zona con servizi anti rapina e ieri erano già presenti sul posto.

Luciano Parodi

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium