/ Sanità

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Sanità | 12 ottobre 2016, 13:19

Ser.T. dell’ASL 2 S contro il doping tra i giovani

L'Italia è il secondo paese al mondo per casi di doping a livello olimpico e si stima che circa 400.000 atleti amatoriali abbiano fatto ricorso nell’ultimo anno a sostanze per migliorare la propria prestazione sportiva

Ser.T. dell’ASL 2 S contro il doping tra i giovani

L'Italia è il secondo paese al mondo per casi di doping a livello olimpico e si stima che circa 400.000 atleti amatoriali abbiano fatto ricorso nell’ultimo anno a sostanze per migliorare la propria prestazione sportiva. Il doping si sta allargando a macchia d'olio anche nel settore giovanile e degli amatori, dal ciclismo all’atletica al nuoto, senza contare l'uso di sostanze illecite o pericolose nelle palestre.

Purtroppo, mentre nel settore professionistico i controlli sono d’obbligo e vengono effettuati sia durante le competizioni che in fase di preparazione, nell’ambito amatoriale e giovanile il monitoraggio non è così frequente. Anche per queste ragioni il Ministero della Salute ha finanziato un progetto sul tema dell’uso di sostanze dopanti nei giovani e negli atleti amatoriali. La Struttura Semplice Attività di Prevenzione del Ser.T. dell’ASL 2 Savonese ha aderito impegnandosi nella realizzazione di una campagna di sensibilizzazione ed informazione sul tema del doping a livello regionale, coinvolgendo la sede provinciale del CONI.

Per meglio comprendere le conoscenze ed i comportamenti dei giovani in merito al fenomeno del doping è stato redatto un questionario completamente anonimo che si completa in pochi minuti (raggiungibile dalla home del sito www.asl2.liguria.it – questionario sport e salute, oppure dalla pagina Facebook YoungleIs – The Page).

Al fine di realizzare una campagna efficace per il target di riferimento, si è pensato di coinvolgere proprio gli adolescenti per quanto riguarda la realizzazione del materiale informativo e si è scelto di farlo attraverso un concorso di idee lanciato il 3 Ottobre scorso dal titolo  “Con il doping  chi vince?”.

Si invitano, quindi, i giovani liguri di età compresa tra i 13 e 20 anni a raccontare - con la realizzazione di video, brani musicali, fotografie e disegni - le conseguenze dell’uso e dell’abuso di doping ed integratori nella pratica e nelle competizioni sportive e non solo. Obiettivo del concorso è stimolare la creatività per attirare l’attenzione e sensibilizzare i  più giovani su un tema di attualità.

Si riporta di seguito il regolamento:

 

  • Metti mi piace alla pagina Facebook Youngle Is - The Page
  •  Scegli la categoria:
  • Immagini (locandina/foto)
  • Video (musicale o non musicale) della durata massima di 3 minuti
  • Invia ciò che hai realizzato via mail a sertsavonese@gmail.com
  •  Controlla la pagina YoungleIs - The Page (verranno pubblicati qui tutti i materiali ricevuti e gli aggiornamenti)
  • Invita i tuoi amici a mettere "mi piace" alla pagina ed al post contenente il tuo prodotto.

 

 

Premi

I 3 più votati di ogni categoria verranno premiati con buoni acquisto spendibili presso i negozi Decathlon. Come si vince? In base al numero dei "mi piace" sommati ai punteggi della giuria tecnica.

Vuoi un suggerimento? Sii originale e pensa che il messaggio deve colpire i tuoi coetanei! Periodo: 3 Ottobre 2016/10 Dicembre 2016 – Premiazione: Gennaio 2017.

Il progetto si concluderà a gennaio 2017 con l’organizzazione di un “Processo al doping”: la finalità del processo non è arrivare ad un verdetto di assoluzione o condanna del Doping e degli integratori e dei loro produttori/consumatori, bensì far prendere coscienza alla “giura dei cittadini” delle problematiche esposte, favorire la pubblicità delle richieste dell’accusa e delle risposte della difesa, far diventare ciascun partecipante un potenziale “opinion maker”dentro la propria comunità.

cs

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium