/ Politica

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Politica | 06 luglio 2019, 11:00

Savona, intitolata a Giuseppe Aonzo una targa sulla Torretta ma gli Antifascisti non ci stanno

Volantini di protesta contro la decisione: “Aonzo era un fascista”

Savona, intitolata a Giuseppe Aonzo una targa sulla Torretta ma gli Antifascisti non ci stanno

Questa mattina a Savona sulla Torretta è stata inaugurata una targa dedicata al comandante Giuseppe Aonzo ma il Coordinamento Antifascista non ci sta e affigge tre volantini di protesta.

Il savonese Aonzo decorato della Medaglia d’Oro al Valor Militare, onorificenza conferitagli in seguito all’azione di Premuda del 10 giugno 1918, è stato ricordato in occasione del 101° anniversario dell’impresa dai parenti e dal gruppo Anmi di Savona, alla presenza delle istituzioni.

Però il Coordinamento Antifascista affiggendo tre volantini, due alla Torretta e uno all’opera installata nei giardini di piazza Leon Pancaldo realizzata dai Rotary, si è messo di traverso specificando tutta la loro contrarietà alla commemorazione in ricordo di Aonzo.

“Questa è la terza volta nell’arco di un anno che viene commemorato questo defunto signore, sempre omettendo che questo individuo è stato un fascista della prima ora partecipando attivamente alle manifestazioni pubbliche delle camicie nere fino ad essere nominato membro onorario del direttorio del fascio di Savona e successivamente ricoprire la carica di podestà di Savona dal 1933 al 1935” spiega nel volantino il Coordinamento.

Il Confuoco 2018, come spiegato nel manifesto, è stato dedicato a Giuseppe Aonzo su decisione dell’associazione “A Campanassa” e lo scorso 25 luglio 2018 una corona d’alloro è stata posta al monumento ai caduti di Piazza Mameli: “Dobbiamo quindi pensare che associazioni come Anmi e a A Campanassa abbiano simpatie verso il fascismo? Non abbiamo subbi sulla posizione dell’attuale giunta cittadina ma troviamo grave il silenzio delle associazioni politiche e antifasciste a parte qualche flebile voce in occasione del confuoco”.

L’opera installata raffigura il MAS21 all’interno di un perimetro formato dal disegno di una “cima marinara intrecciata” contenente la Motivazione della Medaglia d’oro ed un “ritratto” del comandante scritto dal giornalista Annibale Grasselli-Barni. Ai quattro angoli i simboli della Città di Savona, della Marina Militare, della Associazione Nazionale Marinai d’Italia e della Capitaneria di Porto / Guardia Costiera. Al centro il testamento spirituale del Comandante Aonzo.

Luciano Parodi

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium